24 agosto 2017 / 12:28 / tra 4 mesi

Consob sanziona AD Petrofac per trading su azioni, lui respinge accuse

(Reuters) - Consob ha irrogato delle sanzioni all‘amministratore delegato di Petrofac, Ayman Asfari, per delle operazioni di trading sulle azioni di una società italiana.

Asfari ha ricevuto una sanzione di 300.000 euro, secondo quanto si legge in un comunicato del manager.

La transazione oggetto del provvedimento risale al 2012.

Asfari scrive che la sanzione di Consob si basa su presunto incontro con un manager italiano, che avrebbe rivelato all‘AD di Petrofac delle informazioni, ma “posso dimostrare in modo inconfutabile che questo incontro non c‘è mai stato”.

Asfari sostiene di non aver mai ricevuto notifica delle accuse e, pertanto, non è mai stato in grado di difendersi.

Petrofac appoggia pienamento l‘AD nel contestare il merito delle accuse rivolte da Consob.

Oltre alla sanzione pecuniaria, Consob ha deciso di negare per dodici mesi ad Asfari la possibilità di assumere un ruolo dirigenziale in una società quotata in Italia e ha ordinato la confisca di beni per un controvalore di 385.000 euro.

Petrofac è sottoposta ad indagine dell‘ufficio anti-frode della Gran Bretagna per i rapporti con Unaoil, azienda con sede nel principato di Monaco.

Consob non ha voluto commentare la vicenda.

Attorno alle 14,25 italiane, il titolo Petrofac perde il 3,432%, a 424,6 pence, dopo aver toccato un minimo di 424,5 pence.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below