14 agosto 2017 / 10:17 / 2 mesi fa

Greggio in calo su timori per domanda cinese, crescita attività Usa

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio sono in calo sulla scia del rallentamento dell‘attività di raffinazione in Cina, che solleva dubbi sulla tenuta della domanda nella seconda economia globale. Anche l‘aumento degli impianti di trivellazione negli Stati Uniti contribuisce a zavorrare i futures.

Impiegati cinesi impegnati a chiudere una valvola in una raffineria a Lanzhou, provincia di Gansu. REUTERS/Stringer/File Photo

Più nel dettaglio le raffinerie cinesi hanno processato 10,71 milioni di barili al giorno a luglio, secondo l‘Ufficio nazionale di statistica, circa 500.000 barili al giorno in meno rispetto al mese precedente e sui minimi da settembre 2016. Secondo gli analisti il calo è stato più ampio delle attese.

Inoltre i dati diffusi venerdì sugli impianti di trivellazione, a cura di Baker Hughes, hanno mostrato un incremento della capacità per la seconda volta in tre settimane.

Attorno alle 11,45 italiane, il futures sulle consegne di Brent ad ottobre cede 29 centesimi a 51,81 dollari al barile. Il contratto di riferimento sul greggio leggero Usa perde 21 cent a 48,61 dollari al barile.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below