14 agosto 2017 / 08:27 / tra 4 mesi

Borsa Milano chiude in rialzo sostenuta da bancari, Fiat Chrysler

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in deciso rialzo, spinta dai titoli bancari e dal balzo di Fiat Chrysler, beneficiando dell‘allentamento delle tensioni tra Stati Uniti e Corea del Nord.

Un trader al lavoro. REUTERS/Olivia Harris

Il ritorno degli investitori verso asset considerati più rischiosi favorisce gli acquisti dei titoli che avevano perso maggiormente terreno la scorsa settimana, in primo luogo i bancari, anche se la giornata pre-festiva vede scambi sottili.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dell‘1,72%, meglio delle altre principali borse europee e dell‘indice paneuropeo STOXX 600 (+1,16%). L‘AllShare ha guadagnato l‘1,62%, il MidCap lo 0,99% e lo Star l‘1,23%. I volumi sottili non vanno oltre 1,76 miliardi di euro.

A sostenere il rally è soprattutto il settore bancario, il più colpito dalle vendite la scorsa settimana e oggi in ripresa con un rialzo dell‘1,38%.

Tra i singoli titoli UBI sale di oltre il 3%, mentre UNICREDIT guadagna l‘1,89%. Resta più indietro INTESA SANPAOLO (+0,63%).

In evidenza FIAT CHRYSLER, in rialzo dell‘8,15%, trascinata dalle indiscrezioni riportate da Automotive News di un interesse di produttori di auto cinesi per il gruppo italo-americano. In scia EXOR è salita del 4,2%.

Tonica FERRARI (+3,04%) sostenuta anche dai giudizi positivi di Berenberg, che ha rivisto al rialzo il target price sulla casa di Maranello a 110 da 90 euro.

In rialzo anche ENEL (+2,91%), aiutata dal miglioramento di target price di Ubs a 5,5 da 4,7 euro.

Guadagni più contenuti per petroliferi e affini, che restano nella parte bassa del listino. ENI limita i guadagni allo 0,38%, SAIPEM allo 0,61%.

ITALGAS ha chiuso in rialzo del 2,29% dopo che l‘AD Paolo Gallo in un‘intervista al Sole 24 Ore nel weekend ha offerto dei dettagli sulla propria strategia di M&A.

Piatta POSTE ITALIANE.

Tra i titoli minori LAZIO ha terminato la seduta a +4,37% dopo la conquista della Supercoppa italiana battendo la JUVENTUS (-0,29%).

K.R ENERGY è balzata del 17,8% dopo che venerdì scorso, a borsa chiusa, ha annunciato, attraverso una controllata al 100% un accordo di sviluppo con il Mise e la Regione Campania per un progetto di realizzazione di celle al litio neo sito industriale di Teverola (CE).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below