17 maggio 2017 / 14:24 / 5 mesi fa

Legge elettorale, nuovo relatore Pd, Renzi insiste su Mattarellum corretto

ROMA (Reuters) - Il presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera rinuncia all‘incarico di relatore alla legge elettorale dopo la bocciatura da parte del Pd al suo testo base, e cede il posto al democratico Emanuele Fiano spiegando che ora è responsabilità del partito di Matteo Renzi portare avanti la propria proposta.

L'ex premier Matteo Renzi. Reuters/Eric Vidal

Il Pd vuole un sistema elettorale misto, basato al 50% su collegi uninominali maggioritari e al 50% su voto proporzionale di lista mentre il testo base, sostenuto da M5s e Forza Italia, prevedeva premi di maggioranza alla lista che raccoglie almeno il 40%, una soglia di sbarramento al 3% su base regionale, collegi plurinominali con capilista bloccati.

“Ringrazio tutti i gruppi che mi hanno chiesto di rimanere come relatore, ritengo però che il Partito Democratico si sia assunto la responsabilità di portare avanti la propria proposta con altri gruppi. E quindi nomino come relatore Emanuele Fiano, capogruppo del Pd in Commissione”, ha scritto in una nota il presidente Andrea Mazziotti Di Celso, al termine della riunione dell‘ufficio di presidenza della commissione.

Un nuovo testo base non esiste ancora. La proposta Pd, per ora ancora informale, è sostenuta da Lega Nord, verdiniani, Svp, esponenti centristi e probabilmente anche da Mdp.

Il problema è raccogliere una maggioranza in Senato, mentre alla Camera il Pd non ha problemi di numeri.

Il calendario della Camera prevede che la discussione della legge elettorale arrivi in aula il 29 maggio.

Oggi, rispondendo alla domanda di un giornalista sul ruolo dell‘esecutivo nella vicenda della riforma elettorale, il premier Paolo Gentiloni, ha risposto dalla Russia: “Il governo sin dal suo insediamento ha detto che questa materia è per principio di competenza parlamentare e che ci saremmo limitati ad accompagnare e facilitare. Vedremo nelle prossime settimane e mesi come”.

Nei giorni scorsi, una fonte governativa ha detto a Reuters che Palazzo Chigi potrebbe varare un “decreto tecnico minimo” in materia elettorale, se il Parlamento non riuscisse a trovare un accordo entro l‘estate.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below