27 ottobre 2016 / 13:17 / in un anno

Ceta, Belgio mette fine a stallo su accordo Ue-Canada

BRUXELLES (Reuters) - Il Belgio oggi si è accordato con i suoi parlamenti regionali per approvare il trattato per il libero commercio tra Ue e Canada, mettendo fine a uno stallo di settimane.

Il primo ministro Charles Michel ha detto che le autorità regionali hanno redatto un‘integrazione all‘accordo (che ora dev‘essere approvata dal Canada e dagli altri Stati Ue) che risponde alle loro preoccupazioni.

Il Canada ha parlato di uno “sviluppo positivo”, una cauta apertura a cui ha fatto eco il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, che presiede i vertici dei leader Ue.

Né il Canada né Tusk, comunque, hanno dichiarato concluso il Comprehensive Economic and Trade Agreement (Ceta).

“Solo una volta che tutte le procedure saranno concluse per la firma Ue del Ceta chiamerò il premier (canadese) @JustinTrudeau”, ha scritto Tusk in un tweet.

Tutti i 28 governi del blocco sono a favore del Ceta, che secondo i sostenitori potrebbe far crescere il commercio del 20%, ma il Belgio non ha potuto dare il via libera per l‘opposizione della Vallonia, regione francofona nel sud del Paese.

La Vallonia, assieme a Bruxelles e ai belgi francofoni, si è opposta per settimane al trattato, considerandolo negativo per gli agricoltori europei e troppo sbilanciato a favore degli interessi corporate globali.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below