26 ottobre 2016 / 16:26 / in un anno

Sole 24 Ore, improbabile cooptazione Del Torchio, verso nuovo AD

MILANO (Reuters) - La cooptazione di Gabriele Del Torchio nel nuovo consiglio del Sole 24 Ore è altamente improbabile e il gruppo si trova così a dover trovare un nuovo AD dopo solo cinque mesi.

Lo dicono tre fonti vicine alla vicenda, dopo che il nome di Del Torchio non è stato inserito nella lista dei consiglieri presentata da Confindustria, azionista di maggioranza del gruppo, in vista dell‘assemblea straordinaria del 14 novembre, che dovrà nominare il Cda dopo le dimissioni di diversi consiglieri.

Benchè il nome dell‘attuale AD non appaia nella lista, il presidente dell‘associazione degli imprenditori Vincenzo Boccia alcuni giorni non aveva escluso una sua successiva cooptazione.

Tra Del Torchio e Boccia, presidente di Confindustria dallo scorso maggio, “è caduto il rapporto di fiducia”, sintentizza una fonte.

Altre due fonti riferiscono che il gruppo sta cercando un altro amministratore delegato e che sta discutendo dei termini per la buonuscita di Del Torchio, che, racconta una fonte, avrebbe trovato “molta freddezza” al rientro dopo una pausa a casa per motivi di salute.

Nessun commento dal Sole24Ore.

Quanto al possibile successore, il pensiero va in primo luogo all‘ex DG Rai Luigi Gubitosi, che Confindustria ha inserito nella lista per il Cda del Sole, ma una fonte vicina al manager lo esclude categoricamente.

L‘ex AD di Ducati e Alitalia è stato chiamato a guidare Il Sole 24 Ore lo scorso giugno dal Cda insediatosi ad aprile e presieduto da Giorgio Squinzi, allora presidente in uscita di Confindustria.

Dal suo arrivo, Del Torchio ha avviato una fase di pulizia del bilancio che ha portato il gruppo a chiudere il semestre con una perdita netta di quasi 50 milioni (con oltre 10 milioni di svalutazioni su imposte anticipate) dal rosso di 5,9 milioni con cui aveva archiviato il primo trimestre e dalla perdita “rideterminata” di 11,7 milioni dello stesso semestre del 2015 (-7,9 milioni il risultato annunciato nel luglio 2015).

Alla luce dei risultati, della significativa erosione del patrimonio netto e della rottura dei covenant finanziari, il manager ha ottenuto da Confindustria la disponibilità a ricapitalizzare la società per garantirne la continuità aziendale. A fine settembre, dopo un Cda che più fonti raccontano molto teso, si sono dimessi sei consiglieri su undici, tra cui il presidente Squinzi.

Da allora il titolo, che viaggiava intorno a 0,5 euro, è scivolato fino a un minimo di 0,319 euro (20 ottobre) per poi rimbalzare. Intorno alle 17 di oggi sale del 13,5% a 0,423 euro.

Nel frattempo, Consob e procura di Milano hanno messo sotto i riflettori i conti del Sole in seguito ad alcuni esposti che ipotizzano il falso in bilancio.

Il Gruppo ha respinto ogni accusa.

Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129557, Reuters Messaging: claudia.cristoferi.thomsonreuters.com@reuters.netPer una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama Italia" Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below