20 ottobre 2016 / 16:51 / un anno fa

Marte, in incidente Schiaparelli "non coinvolta tecnologia italiana"

Un modello del modul Schiaparelli della missione ExoMars dell'Esa. REUTERS/Kai Pfaffenbach

ROMA (Reuters) - Il problema alla sonda Schiaparelli, che si teme non sia riuscita ad atterrare su Marte, non è attribuibile alla tecnologia italiana presente sul modulo.

Lo ha detto oggi l‘AD di Leonardo-Finmeccanica Mauro Moretti.

“Non c‘è tecnologia italiana”, ha detto Moretti in un intervento alla Stampa estera, precisando che “probabilmente il sistema di frenaggio non ha funzionato - i razzetti o il software”.

“Possiamo pensare alla prossima missione, dove siamo ancora molto coinvolti attraverso Thales Alenia e direttamente come Leonardo”, ha aggiunto l‘AD a proposito del progetto di inviare un rover su Marte nel 2020 per cercare nel sottosuolo, proprio con una trivella realizzata dalla sua società, segni di vita.

Ieri sera il segnale che avrebbe indicato il riuscito atterraggio del modulo Schiaparelli nell‘ambito della missione dell‘Esa non è arrivato, facendo temere un incidente.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below