20 ottobre 2016 / 12:22 / un anno fa

Nuovo Btp Italia collocato per 5,22 miliardi, secondo importo più basso

MILANO (Reuters) - Il Tesoro ha raccolto 5,220 miliardi di euro complessivi con il nuovo Btp Italia, scadenza ottobre 2024, il decimo della serie.

Si tratta della seconda raccolta più bassa per un Btp Italia; di meno fece solo il secondo titolo, scaduto a giugno di quest‘anno, che si fermò a 1,739 miliardi. L‘altro titolo del 2016, lanciato in aprile, raccolse 8 miliardi.

La nuova obbligazione è stata assegnata per 2,220 miliardi a investitori retail e per 3 miliardi a istituzionali (sulla domanda degli istituzionali -- 3,321 miliardi -- è stato applicato un riparto del 90,3%). Confermata la cedola minima, allo 0,35% inizialmente indicato.

“È andata meno bene di altre volte, parliamoci chiaro; credo comunque che il Tesoro avesse in mente una cifra del genere, tra 5 e 10 miliardi”, spiega un operatore da Milano. “Siamo nella parte bassa del range, ma se consideriamo che in questo momento gli indicizzati italiani sono poco richiesti dagli esteri, che la bassa cedola scoraggia molti retail e che il funding di quest‘anno è già praticamente completato, direi che al Tesoro sono contenti così”.

Con la nuova emissione, l‘obiettivo di funding 2016 previsto dal Tesoro risulta coperto ormai al 90%.

CEDOLA

La strategist di Intesa Sanpaolo Chiara Manenti sottolinea come la cedola di 0,35% sia stata questa volta “molto più allineata” alla curva reale (quella del Btpei) rispetto al passato, quando i Btp Italia pagavano tendenzialmente sempre qualche punto di premio.

“Questo allineamento va guardato anche in chiave positiva: sottolinea la raggiunta maturità di questo tipo di titolo, in termini di liquidità e di percezione da parte del mercato” commenta Manenti. “Da questo punto di vista non avrebbe avuto senso offrire una cedola più alta, per attirare più domanda, né d‘altra parte si sono verificate condizioni di mercato che rendessero necessario un aumento in corso d‘offerta”.

117 MILIARDI

Come sottolineato da alcuni operatori, all‘importo relativamente modesto della raccolta retail potrebbe aver contribuito anche un fattore tecnico, ovvero lo sfasamento temporale tra il periodo d‘offerta e la scadenza del Btp Italia emesso nell‘ottobre 2012, che verrà regolata lunedì prossimo.

Dal 2012, con le 10 edizioni del Btp Italia, il Tesoro ha raccolto oltre 117 miliardi. Nel 2013, in ciascuna delle tre operazioni di quell‘anno, furono collocate cifre intorno ai 20 miliardi: da allora, con l‘introduzione di forme di limitazione alla domanda istituzionale, via XX settembre ha sempre collocato importi inferiori ai 10 miliardi, con l‘obiettivo di evitare concentrazioni eccessive di scadenze.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below