4 ottobre 2016 / 09:37 / un anno fa

Tesoro emette primo Btp 50 anni sotto 3%, ordini oltre 16,5 miliardi

MILANO/LONDRA (Reuters) - Avrà un rendimento di emissione inferiore al 3% il primo Btp 50 anni lanciato dal Tesoro italiano, che ha sfidato il clima di crescente incertezza politica in Italia, ottenendo dal mercato ordini superiori a 16,5 miliardi di euro.

Con l‘operazione odierna l‘Italia si unisce al club (di cui già fanno parte Francia, Belgio e Spagna) dei Paesi che hanno emesso sulla scadenza super-lunga cinquantennale, sfruttando le eccezionali condizioni di tassi bassi e schiacciamento della curva garantito dal Qe della Bce.

“Il Tesoro ha avuto un‘ottima idea. Con il Btp 50 anni fissa a lunghissimo termine un costo di finanziamento contenuto e allunga la duration del debito” commenta l‘economista dell‘Università Bocconi Carlo Favero.

FORTE DOMANDA COMPRIME RENDIMENTO

Il libro ordini - che a pochi minuti dalla chiusura del collocamento, alle 12,45 ora italiana, viaggiava oltre 16,5 miliardi di euro, compresi 2,4 miliardi dei joint lead manager - ha permesso di contenere il rendimento all‘emissione.

“L’interesse degli investitori è molto alto. Fondi pensioni e istituzioni che investono nel lungo periodo vanno alla ricerca di rendimenti e quindi il book è molto elevato”, dice Giorgio Giannatempo, gestore responsabile mercati obbligazionari governativi di Symphonia.

L‘ordine di grandezza dell‘importo ha come riferimento l‘importo del 50 anni spagnolo, emesso a maggio per 3 miliardi.

Il rendimento, spiega un lead manager dell‘operazione, è stato fissato a 52 punti base sopra il tasso del Btp marzo 2047 cedola 2,70%, che stamane ha oscillato tra 2,32-2,35%.

Il rendimento finale sarà dunque in area 2,84%-2,87%, inferiore a quanto ipotizzato stamane: la guidance di rendimento del nuovo titolo era stata fissata a 54 punti base sopra il titolo marzo 2047, mentre le prime indicazioni si attestavano a ‘mid-to-high’ 50 punti base.

“Il pricing è esattamente in linea con gli altri 50 anni emessi recentemente da Francia, Spagna e Belgio, né un punto in più né uno in meno, al netto ovviamente dal premio sull‘Italia che in questo momento c‘è sul mercato”, commenta Yuri Basile, responsabile reddito fisso Aletti Gestielle.

Stamane sul secondario il Bono luglio 2066, emesso a maggio da Madrid, offre un rendimento di 2,55%.

INCERTEZZA POLITICA

Il nuovo 50 anni, il cui dossier era già sul tavolo di via XX settembre da alcuni mesi, arriva nel momento in cui l‘Italia entra nel vivo della campagna per il referendum costituzionale del 4 dicembre, che in caso di vittoria del ‘no’ potrebbe mettere seriamente in discussione la tenuta del governo Renzi.

“Questa emissione (...) ci dice che in questo momento gli (investitori) stanno valutando che non ci sarà esito negativo o ripercussioni strutturali dal referendum”, commenta Claudia Segre, presidente di Global Thinking Foundation.

Il sindacato di collocamento è composto da Banca Imi, Bnp Paribas, Goldman Sachs, Hsbc, Jp Morgan e Unicredit.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below