30 settembre 2016 / 11:42 / un anno fa

Recuperati Van Gogh rubati in 2002 ad Amsterdam, li aveva camorra

AMSTERDAM/ROMA (Reuters) - La Guardia di Finanza ha recuperato due dipinti dell‘artista olandese Vincent Van Gogh rubati ad Amsterdam 14 anni fa nell‘ambito di un‘operazione contro la camorra a Castellammare di Stabia.

Il Van Gogh Museum di Amsterdam ha fatto sapere che i dipinti, nonostante siano stati rimossi dalle cornici, sembrano avere riportato solo danni lievi. Non è stato reso noto per il momento quando le opere torneranno nel museo, che conta il maggior numero di lavori del pittore.

I dipinti, “La Spiaggia di Scheveningen”, del 1882, e “L‘uscita dalla chiesa protestante di Nuenen”, dell‘1884-5, appartengono alla prima fase dell‘attività breve e tempestosa di Van Gogh.

La Finanza, dice un comunicato, ha sequestrato “beni per il valore di decine di milioni di ero da un gruppo camorristico coinvolto nel traffico di cocaina”, di cui facevano parte anche i due dipinti, definiti “senza prezzo”.

“Sono in salvo”, ha detto il direttore del Van Gogh Museum Axel Rueger in un comunicato. “Non speravo più che avrei potuto dirlo, dopo così tanti anni”.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha informato il suo omologo olandese Mark Rutte del ritrovamento prima dei funerali dello scomparso presidente israeliano Shimon Peres, ha detto una fonte di Palazzo Chigi.

Nel 2002 i ladri utilizzarono una scala per arrampicarsi sul tetto del museo e penetrare nell‘edificio, calandosi poi con una corda per fuggire.

Successivamente due uomini furono arrestati e condannati (rispettivamente a 4 anni e 4 anni e sei mesi) per il furto, in parte grazie alle tracce del Dna ritrovate sulla scena del reato.

“La Spiaggia di Scheveningen” è uno dei due soli dipinti di ambientazione marina realizzati da Van Gogh nei Paesi Bassi, e “un importante esempio del primo stile di pittura di Van Gogh”, dice il museo, secondo cui un frammento dell‘opera, nell‘angolo inferiore sinistro, risulta scrostato.

“L‘uscita dalla chiesa protestante di Nuenen”, di cui era pastore il padre di Van Gogh, era stata realizzata per la madre e completata dopo la morte del padre nel 1885. Apparentemente non ha riportato danni, ma servono ulteriori indagini per verificare con precisione le condizioni di entrambi i dipinti e l‘eventuale necessità di restauro, dice il museo.

(Toby Sterling e Steve Scherer)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below