22 settembre 2016 / 06:12 / un anno fa

Mps, se aiuti Stato possono servire se ne faccia uso, dice presidente Autorità bancaria europea

Il logo del Monte dei Paschi di Siena in un'agenzia della banca a Roma. Foto del 24 settembre 2013. REUTERS/Alessandro Bianchi/File Photo

MILANO (Reuters) - Il problema dei crediti deteriorati va risolto con rapidità e se gli aiuti di Stato possono essere parte della soluzione “se ne faccia uso”.

A dirlo, rispondendo a una domanda su Mps, è il presidente dell‘Eba Andrea Enria che in un‘intervista alla Stampa sottolinea che “le regole europee garantiscono un certo grado di flessibilità”. “Ma anche soluzioni private possono essere utili”, aggiunge.

Sul tema del bail-in, Enria dice che il principio “è giusto” e che “deve essere gestito in maniera attiva dalle banche, anche con esercizi di ricomposizione delle proprie passività. Se si vuole evitare le conseguenze agli obbligazionisti al dettaglio, le banche possono sempre riacquistare i titoli e collocarne di nuovi presso la clientela istituzionale”.

Mps, la banca europa uscita peggio dagli ultimi stress test Eba, sta lavorando a un aumento di capitale da 5 miliardi di euro che però finora sembra aver attirato scarso interesse da parte degli investitori privati.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below