7 settembre 2016 / 07:22 / un anno fa

Borsa Milano chiude in rialzo, migliore d'Europa in attesa Draghi

MILANO (Reuters) - Chiusura in buon rialzo per Piazza Affari, migliore borsa in Europa, grazie ad acquisti generalizzati in un mercato che attende con ottimismo la riunione della Bce di domani.

La sede della borsa di Milano. REUTERS/Paolo Bona

Gli investitori non si aspettano il lancio di nuove inizitive da parte della Banca centrale, ma scommettono su toni molto accomodanti nella conferenza stampa da parte del presidente Mario Draghi.

“Il mercato si aspetta un buon messaggio da parte di Draghi domani e questo porta un po’ di entusiamo in generale”, commenta un trader.

In particolare sul listino milanese l‘operatore parla di “flussi (in acquisto) generici”. Tra i settori più gettonati, utility, tecnologia e industriali.

L‘indice FTSE Mib segna un rialzo dell‘1,41%, l‘Allshare dell‘1,33%, mentre il benchmark europeo FTSEurofirst 300 avanza dello 0,27%.

** In evidenza ENEL che sale del 2,7% dopo che Goldman Sachs ha portato la raccomandazione sul titolo a “buy” aggiungendo il titolo nella sua “Conviction list”.

** Ben raccolta LEONARDO-FINMECCANICA con un rialzo del 3,4% circa, dopo il ritorno di indiscrezioni circa un avvicinamento a Airbus. Ieri il gruppo aerospaziale italiano ha anche annunciato di aver firmato una lettera di intenti con Polska Grupa Zbrojeniowa (Pgz), la più grande azienda della difesa in Polonia, per arrivare ad una collaborazione strategica di lungo termine nel mercato della difesa e della sicurezza.

** In buon rialzo RECORDATI (+3,3%), FERRARI (+%) e STM (+2,9%),

** ATLANTIA nella parte alta del listino principale con +1,8% sulla scia dei dei dati in rialzo del 2,9% sul traffico nel bimestre luglio-agosto.

** La ripresa delle quotazioni del greggio premia anche ENI (+1%), in linea con il settore europeo e SARAS (+1,4%), quest‘ultima nella prospettiva di un miglioramento dei margini di raffinazione.

** Tra i bancari in spolvero BPER (+3,4%). Bene, anche se rallenta nel finale, BANCO POPOLARE (+1,1%) in attesa dell‘ok definitivo alla fusione con BPM da parte della Bce, che secondo la stampa potrebbe arrivare domani.

** La popolare milanese è in fondo al FTSE Mib con un calo dell‘1,4%, con i trader che continuano a sottolineare la riduzione dello spread rispetto allo swap ratio con Banco Popolare, a dimostrazione dell‘attesa positiva sull‘esito delle assemblee di ottobre sull‘approvazione della fusione.

** Tra i titoli minori vola CHL (+31,6%), mentre a mercato chiuso la Consob ha comunicato che sul titolo domani non sarà consentita l‘immissione di ordini senza limite di prezzo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below