6 settembre 2016 / 13:27 / in un anno

Jobs act, entro metà settembre 370 milioni per crisi aziendali

ROMA (Reuters) - Il governo varerà entro metà settembre un decreto correttivo del Jobs act con interventi da 370 milioni, a valere sul 2016, a favore dei lavoratori nelle aree interessate da crisi industriali complesse.

Edificio d'uffici a Milano, in centro. Foto del 15 febbraio 2015. REUTERS/Stefano Rellandini/File Photo

Lo ha annunciato stamani il ministro del Welfare, Giuliano Poletti, al termine di una riunione con sindacati e Regioni.

L‘intenzione è di prorogare per un anno ammortizzatori e sussidi per i lavoratori di aziende impiegate in lunghi processi di ristrutturazione, che rischiano di rimanere scoperti a fine anno quando, secondo le attuali norme del Jobs act, il sostegno scade. Le aree coinvolte sono Gela, Molise, Taranto, Termini Imerese, Ascoli Piceno, Rieti, Livorno, Trieste e Piombino.

“Gli interventi sono due: uno per i lavoratori in cassa integrazione straordinaria, che si conclude entro il 2016, che non possono ancora tornare al lavoro in attesa delle ristrutturazioni. In questi casi si può chiedere una proroga massima di 12 mesi di cassa integrazione straordinaria. Il costo è di 85 milioni di euro”, ha detto Poletti.

La seconda misura riguarda “i lavoratori che a fine anno esauriscono tutti gli strumenti, compresa mobilità e Naspi. Prevediamo un sostegno di 500 euro netti al mese per 12 mesi, qualora siano disponibili a percorsi per essere ricollocati. Le Regioni verseranno il 20% di quello che versa lo Stato da destinare alle politiche attive”. L‘esborso statale è di 150 milioni.

Poletti ha detto che i lavoratori interessati sono tra 35.000 e 40.000. Il decreto andrà al Consiglio dei ministri “entro il 15-16 settembre”, ha aggiunto.

Infine, il governo stanzierà 135 milioni per estendere (da 3 a 4 mesi) la Naspi per gli stagionali ricorrenti (che abbiano cioè lavorato 6 mesi per almeno tre anni su 4) nei settori turismo e terme.

La Cgil contesta che i sussidi “valgano solo per chi matura i requisiti nel 2016. Il problema riguarda anche il 2015. Chiediamo di superare la distinzione”.

Stessa critica, condivisa dalla Uil, anche per l‘estensione della Naspi agli stagionali, misura che esclude categorie come l‘agroalimentare che impiega migliaia di persone.

Poletti ha annunciato che, tra gli interventi a favore delle Regioni colpite dal sisma del 24 agosto, saranno bloccate per un anno le scadenze obbligatorie sul lavoro e le relative sanzioni per chi non adempie. Sarà inoltre consentito un utilizzo pieno degli ammortizzatori sociali.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below