1 settembre 2016 / 12:02 / in un anno

Sisma, De Vincenti: adeguamento Paese difficile, ma non impossibile

ROMA (Reuters) - L‘adeguamento sismico del Paese è difficile ma non impossibile, ha detto oggi il sottosegretario Claudio De Vincenti in un‘audizione alla Camera sul sisma del 24 agosto, in cui ha chiesto massimo rigore nelle verifiche.

Aamtarice, pane per gli sfollati del terremoto. Foto del 24 agosto 2016. REUTERS/Stefano Rellandini

“Complesso ma non impossibile è l‘adeguamento sismico pieno”, ha detto De Vincenti, spiegando che “qui abbiamo veramente bisogno di tutte le competenze per fare il salto di qualità”.

“Abbiamo già delle norme antisismiche... la prima cosa è applicarle: è necessaria la massima serietà nelle verifiche”, ha aggiunto il sottosegretario, mentre la magistratura ha effettuato i primi sequestri nell‘ambito di due inchieste, a Rieti e Ascoli, che mirano ad accertare eventuali responsabilità nei crolli.

Le vittime nel Lazio e nelle Marche sono finora 294, di cui una decina ancora da identificare. I feriti sono quasi 400, e le persone assistite nelle tendopoli circa 4.000 al momento.

I centri abitati, come ha chiesto la popolazione, verranno ricostruiti là dov‘erano, seguendo “rigorosi criteri antisismici ma che mantengano l‘identità culturale dei luoghi e delle comunità”, ha spiegato De Vincenti, precisando che si lavora per allestire abitazioni temporanee e scuole così da avviare subito l‘anno scolastico.

“Tutti coloro che hanno subìto danni, anche se risultassero fuori dal cratere (del terremoto), potranno comunque chiedere il riconoscimento dei danni e quindi l‘intervento a sostegno sia in fase emergenziale che in quella della ricostruzione”.

CASA ITALIA, COINVOLGERE FORZE E COMPETENZE

Riguardo a Casa Italia, il vasto programma di prevenzione e adeguamento di costruzioni e infrastrutture su tutto il territorio lanciato dal premier Matteo Renzi all‘indomani del sisma, De Vincenti ha detto che avrà bisogno che “tutte le competenze, tutte le forze istituzionali e sociali siano coinvolte”.

“Alcuni strumenti già esistono, ma sicuramente vanno migliorati... Non è però scontato che i cittadini vogliano o possano utilizzarli. Qui c‘è da fare”.

In precedenza Renzi aveva detto che “un Paese come l‘Italia non sarà mai a rischio zero, però è inaccettabile anche l‘atteggiamento opposto dei fatalisti. La verità sta nel mezzo”.

Stamani il Consiglio dei ministri ha nominato Vasco Errani commissario straordinario per la ricostruzione, data la sua esperienza nel gestire, da governatore dell‘Emilia Romagna, il terremoto che nel 2012 colpì la regione.

(Antonella Cinelli)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below