25 agosto 2016 / 16:46 / in un anno

Sisma, Ance: costo mancata prevenzione edifici pari a 3,5 mld anno

ROMA (Reuters) - Un piano d‘urgenza per prevenire i rischi derivanti dalle calamità naturali e per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e privati estendendo l‘ecobonus del 65% ai lavori antisismici.

Soccorritori al lavoro nella notte intorno a una casa crollata per il terremoto a Pescara del Tronto. REUTERS/Remo Casilli

Lo chiede l‘Ance, associazione nazionale dei costruttori edili, quantificando il 3,5 miliardi di euro il costo della mancata prevenzione.

Nella notte tra il 23 e il 24 agosto un terremoto di magnitudo 6.0 ha colpito alcune Regioni del Centro Italia causando finora 250 morti e centinaia di feriti.

“Un piano di investimenti pubblici mirati per la manutenzione e il miglioramento delle infrastrutture esistenti e l‘uso intelligente della leva fiscale, con l‘estensione del bonus antisismico del 65% per i lavori di prevenzione e messa in sicurezza statica, indipendentemente dalle condizioni poste ora dalla legge, permetterebbero di salvaguardare le vite umane e tutelare il nostro fragile territorio”, commenta il presidente dell’Ance, Claudio De Albertis.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below