2 agosto 2016 / 08:02 / in un anno

Borsa Milano, FTSE Mib cede 2,8% zavorrato da banche, Mps -16,1%

Il quartier generale di UniCredit a Milano. REUTERS/Stefano Rellandini

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in deciso ribasso, zavorrata ancora una volta dalle banche sulla scia degli stress test di venerdì scorso.

A deprimere i mercati a livello europeo anche alcune trimestrali e previsioni deludenti, come nel caso di Commerzbank, che ha annunciato oggi un possibile calo degli utili operativo e netto per il 2016.

** L‘indice FTSE Mib ha terminato la seduta in ribasso del 2,76%, mentre l‘AllShare è sceso del 2,64%. Volumi per un controvalore di circa 2,7 miliardi di euro. Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 segna -1,29%.

** Nel corso della seduta le banche hanno ampliato sempre più le perdite, con MPS che ha chiuso in calo del 16,1%, POPOLARE EMILIA ROMAGNA del 12,3% e BANCO POPOLARE e POP MILANO poco più del 10%.

** UNICREDIT ancora pesante dopo il -9,4% di ieri a causa dei timori legati all‘entità dell‘aumento di capitale dopo gli stress test. Il titolo ha perso oggi il 7,15%. Domani è attesa la semestrale.

** Contiene le perdite INTESA SANPAOLO sulla scia dei risultati. La banca ha battuto le attese con gli utili trimestrali e confermato la promessa di 3 miliardi di euro di dividendi cash ma senza riuscire a invertire la rotta negativa in borsa.

** CAMPARI è stato il miglior titolo del listino principale, con un rialzo del 4,65% sulla scia dei risultati, che hanno mostrato una crescita organica robusta e superiore alle attese. Un operatore sottolinea che sono piaciute anche le indicazioni ottimistiche del management per il resto dell‘anno.

** FERRARI ha chiuso in rialzo del 2,52% sulla scia dei conti, con i trader che parlano di dati migliori delle attese e della positiva conferma delle previsioni.

** Giù anche FCA (-4,3%) dopo i dati delle immatricolazioni in Italia ieri che hanno mostrato un rallentamento a luglio. Le vendite di auto negli Usa nello stesso mese sono aumentate dello 0,3%.

** Perdite oltre il 4% anche per EXOR e CNH INDUSTRIAL.

** Tra i titoli a minore capitalizzazione ALERION ha guadagnato l‘8,35% sulla scia dei risultati.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below