19 luglio 2016 / 11:07 / in un anno

Inchiesta su infiltrazioni 'ndrangheta in appalti, 40 arresti

ROMA (Reuters) - La polizia ha arrestato oggi quaranta persone nell‘ambito di un‘inchiesta della Procura di Reggio Calabria sulle attività di alcune cosche di ‘ndrangheta, che secondo i magistrati avrebbero infiltrato appalti pubblici, come quello per la realizzazione del cosiddetto Terzo valico ferroviario tra Liguria e Piemonte.

Inchiesta su infiltrazioni 'ndrangheta in appalti, 40 arresti. REUTERS/Jean-Paul Pelissier

Trentaquattro persone sono state condotte in carcere, altre sei agli arresti domiciliari, dice un comunicato della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, mentre altre due persone sono state interdette dai pubblici uffici.

Gli arrestati e gli interdetti sono indagati, a vario titolo, per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione, intestazione fittizia di beni e società.

Secondo i magistrati, il senatore Antonio Stefano Caridi (che fa parte del gruppo di centrodestra Gal) era il referente politico di una delle due cosche reggine nel mirino dell‘inchiesta.

Un addetto stampa del senatore, contattato da Reuters, ha detto che per il momento Caridi non intende rilasciare dichiarazioni.

Gli inquirenti hanno anche sequestrato i beni e i depositi bancari di 21 società con sedi in Liguria, Piemonte, Lombardia, Lazio e Calabria.

Secondo il procuratore Federico Cafiero de Raho, che ha parlato nel corso di una conferenza stampa trasmessa in diretta tv, le cosche operavano nel nord e nel centro-nord con proprie imprese, intestate a prestanome: “Osservavano le regole della concorrenza fino a che superavano le altre imprese, altrimenti... ricorrevano a intimidazioni”.

Le società operavano in vari settori, dall‘edilizia all‘alimentare, e in un caso anche nella produzione di lampade a led, ha detto il magistrato.

In Liguria e Piemonte, dice la nota della Dda, “è stata accertata l‘infiltrazione degli appartenenti alla cosca ‘Raso-Gullace-Albanese’ in sub-appalti già aggiudicati per la realizzazione dell‘infrastruttura ferroviaria d‘interesse nazionale denominata ‘Terzo Valico dei Giovi’, attualmente in fase di costruzione con l‘avvenuta cantierizzazione di siti afferenti al settore ligure/piemontese. Allo scopo di agevolare l‘inizio dei lavori alcuni affiliati hanno anche sostenuto il movimento ‘Sì Tav’”, un comitato di sostenitori della linea ad alta velocità.

Il terzo valico è una linea ad alta velocità di 53 km, di cui 37 km in galleria, che interessa il territorio di 12 comuni delle province di Genova e di Alessandria.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below