23 giugno 2016 / 11:57 / un anno fa

Riforma costituzionale, Confindustria si schiera per il "sì"

ROMA (Reuters) - Confindustria oggi si è schierata ufficialmente a favore della riforma costituzionale che sarà sottoposta a referendum confermativo a ottobre.

Il Consiglio generale ha condiviso all‘unanimità la posizione proposta dal Consiglio di presidenza, come si legge in un comunicato dell‘associazione degli industriali.

Per Confindustria è “una scelta a favore della governabilità, della competitività e del valore della responsabilità. La riforma... è senz’altro migliorabile, ma è pre-condizione indispensabile per realizzare quelle riforme economiche necessarie al rilancio della crescita, su cui Confindustria chiede un impegno forte da parte del Governo”.

Già il mese scorso Vincenzo Boccia, nel suo primo intervento come presidente di Confindustria, aveva chiaramente aperto al “sì” al referendum.

Il premier Matteo Renzi ha legato il proprio futuro politico alla controversa riforma, che mette fine al bicameralismo perfetto, toglie poteri al Senato riducendone il numero di membri e riporta allo Stato centrale alcuni poteri delle Regioni.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below