15 giugno 2016 / 13:37 / tra 2 anni

Dollaro si rafforza brevemente dopo dati Usa, focus su Fed

NEW YORK (Reuters) - Il dollaro si rafforza brevemente su euro e yen subito dopo la diffusione dei dati sui prezzi alla produzione Usa, per poi tornare ai livelli visti in precedenza.

Un'impiegata di banca conta biglietti da 100 dollari. REUTERS/Kham

Relativi a maggio, i dati sui prezzi alla produzione Usa hanno mostrato un incremento dello 0,4% rispetto al +0,2% di aprile e superiore al consensus per +0,3%.

A rafforzare un quadro positivo per l‘economia americana anche l‘indice Empire State della Fed di New York che a giugno si è attestato a 6,01 a fronte di attese per -4,00.

Oltre al rapido movimento impresso dai numeri giunti dagli Stati uniti, continuano a dominare il mercato valutario i timori per l‘esito del referendum sulla permanenza della Gran Bretagna nell‘Unione europea del 23 giugno, e l‘attesa per la conclusione del meeting della Fed.

In particolare, al termine della riunione del Fomc, gli investitori si concentreranno sulle parole che sceglierà la presidente della Fed Janet Yellen alla ricerca di indizi per meglio definire le tempistiche di eventuali rialzi dei tassi Usa. Se il mercato non si aspetta un ritocco verso l‘alto nel meeting odierno, ritiene ancora probabile che entro la fine del 2016 si concretizzeranno due rialzi dei tassi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below