15 giugno 2016 / 10:02 / in un anno

Berlusconi, medici: decorso post-operatorio regolare, "estremamente lucido"

MILANO (Reuters) - Il decorso post-operatorio di Silvio Berlusconi sta procedendo nel migliore dei modi e l‘ex-premier è “estremamente lucido”.

Il dottor Alberto Zangrillo, medico personale di Silvio Berlusconi. REUTERS/Flavio Lo Scalzo

Lo hanno detto i medici che ieri lo hanno operato a cuore aperto per la sostituzione di una valvola aortica a causa di un‘insufficienza cardiaca grave, che lo aveva portato al ricovero la settimana scorsa.

“Il decorso è regolare, il migliore che ci potessimo aspettare”, ha spiegato il professor Alberto Zangrillo, medico personale di Berlusconi e primario del reparto di terapia intensiva del San Raffaele, dove l‘ex-cavaliere è ricoverato.

Zangrillo ha smentito categoricamente che nella notte ci siano state complicazioni, come invece aveva fatto intendere oggi il fratello del leader di FI, Paolo Berlusconi.

“Non c‘è stato alcun momento di difficoltà”, ha precisato, svelando che la sedazione è stata sospesa intorno alle 6 di stamani e che Berlusconi si è subito dimostrato “estremamente lucido, si è compiaciuto del fatto di esserci ancora” e si è complimentato con l‘infermiera Cristina che l‘ha assistito, offrendole scherzosamente un posto a Telecinco.

“La sua risposta neurologica è ottimale e ha già conquistato tutti quelli che sono entrati in contatto con lui”, ha aggiunto il medico durante una conferenza stampa.

Berlusconi uscirà dalla terapia intensiva domani, resterà ricoverato per altri cinque o sei giorni e poi inizierà la riabilitazione, probabilmente sempre al San Raffaele, che proseguirà fino ai primi di luglio, ha spiegato il professore Ottavio Alfieri, primario di cardio chirurgia del nosocomio.

Alfieri ha ricordato che, pur essendo molto tranquillo, non è ancora tutto finito: “bisogna essere molto cauti perché le complicazioni sono sempre possibili”.

“Un versamento pleurico, aritmie, fibrillazioni atriali sono cose che possono succedere e che richiedono sorveglianza e che danno un senso alla riabilitazione”.

La nuova valvola biologica, costruita con pericardi bovini, con cui è stata sostituita quella malata non è comunque a rischio di rigetto, “perché non è materiale vivente” e solitamente ha un periodo di deterioramento di 15-20 anni, per cui si può considerare “un intervento definivo”, ha sottolineato Alfieri.

Il professore ha ripercorso anche l‘intervento di ieri, precisando che è iniziato intorno alle 9: la parte con la circolazione extra corporea è durata circa un‘ora mentre quella in arresto cardiaco anche meno di 60 minuti.

L‘ex-premier, che compirà 80 anni a settembre, oggi ha già visto tutti e cinque i figli, che invece ieri, su consiglio dei medici, si erano astenuti dal presentarsi in ospedale.

(Ilaria Polleschi)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below