13 giugno 2016 / 14:22 / un anno fa

Strage Orlando, inquirenti alla ricerca di eventuale complice

Un corteo di commemorazione per i morti della strage di Orlando. REUTERS/Mark Kauzlarich

ORLANDO (Reuters) - Le forze dell‘ordine americane stanno cercando di capire se l‘uomo che sabato sera ha ucciso 49 persone in una discoteca frequentata da gay a Orlando abbia uno o più complici, spiegando però che chiunque si possa collegare alla sparatoria non rappresenta al momento un pericolo per la popolazione.

L‘Fbi e le altre agenzie stanno vagliando le prove raccolte all‘interno e nelle vie limitrofe al ‘Pulse’, il locale teatro della sparatoria, dove l‘uomo che in una telefonata al 911 ha giurato fedeltà allo Stato islamico ha compiuto la più sanguinosa sparatoria della storia Usa.

L‘autore della strage, Omar Mateen, residente in Florida ma nato a New York da genitori di origine afghana, è stato ucciso a colpi d‘arma da fuoco dalla polizia, che ha fatto irruzione nel locale nella notte tra sabato e domenica.

L‘uomo si era recato in Arabia Saudita nel 2011 e nel 2012, come riferito da un portavoce del ministero dell‘Interno saudita.

Le forze dell‘ordine stanno cercando indizi per capire se Mateen abbia avuto qualche complice, spiega Lee Bentley, uno dei procuratori della Florida.

“C‘è un‘inchiesta su altre persone, stiamo lavorando con la maggior cura possibile in questa direzione”, ha aggiunto Bentley nel corso di una conferenza stampa.

Lo Stato islamico oggi ha rivendicato di nuovo la responsabilità dell‘attacco ma ciò non implica che l‘Isis lo abbia: non c‘è nulla infatti nel testo che indichi una collaborazione tra l‘autore della strage e lo Stato islamico prima dell‘attacco.

Il presidente Barack Obama ha detto che non ci sono prove che Mateen abbia ricevuto indicazioni da una più ampia rete terroristica, aggiungendo che l‘uomo è stato “ispirato da diverse informazioni estremiste di cui pullula Internet”.

“Per quanto posso dire ora, si tratta di un chiaro esempio di estremismo interno”, ha aggiunto Obama.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below