6 giugno 2016 / 10:52 / un anno fa

Amministrative, Renzi: Pd non contento, ma non è allarme per referendum

ROMA (Reuters) - Il Pd non è contento del risultato del voto di ieri per le amministrative, anche se non c‘è un giudizio nazionale uniforme e non si tratta di un campanello d‘allarme per il referendum costituzionale di ottobre, ha detto oggi il premier e segretario del Pd Matteo Renzi.

Un dubbioso Matteo Renzi. REUTERS/Max Rossi

“Noi del Pd abituati a vincerle tutte o molte (le elezioni locali), oggi non siamo tra coloro che dicono ‘abbiamo vinto’”, ha detto Renzi nel corso di una conferenza stampa alla sede del Pd, aggiungendo che comunque “è un dato molto difficile da commentare a livello nazionale, i numeri lo dimostrano”.

Renzi ha respinto l‘idea che il voto di ieri sia un “campanello d‘allarme” per il referendum costituzionale di ottobre, al cui esito il premier ha legato la sua stessa permanenza in politica.

“Sono partite profondamente diverse. La questione del referendum costituzionale impatterà molto fortemente sull‘azione del governo”, ha detto ancora Renzi, escludendo anche che abbia pesato il voto di protesta a livello nazionale, ma solo in alcuni casi specifici, come a Roma, dove si votava anticipatamente per il fallimento della giunta di centrosinistra.

(Giselda Vagnoni)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below