1 giugno 2016 / 11:02 / 2 anni fa

Italia primo beneficiario piano Juncker, ad oggi 4,9 miliardi investimenti

ROMA (Reuters) - L‘Italia è il primo paese dell‘Unione beneficiario del Fondo europeo per gli investimenti strategici (Feis), nell‘ambito del ‘piano Juncker’ da oltre 300 miliardi di euro.

Il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker con il premier Matteo Renzi. REUTERS/Max Rossi

Facendo il punto sullo stato di attuazione del progetto, la Commissione europea scrive che la Banca europea degli investimenti (Bei), tramite il Feis, ha approvato finanziamenti per 8 progetti del valore di 1,4 miliardi.

Tramite l‘effetto leva e l‘apporto dei fondi privati la mole di investimenti dovrebbe salire a “4,9 miliardi e creare più di 3.200 posti di lavoro”, spiega Bruxelles.

Inoltre il Feis, in accordo con le banche, ha messo sul piatto 353 milioni a favore di 44.840 piccole e medie imprese e start-up. Gli investimenti attivabili sono 7,8 miliardi.

Il Feis ha una dotazione di 21 miliardi, 5 forniti dalla Bei e 16 sotto forma di garanzie dell‘Unione europea, attraverso accantonamenti sul bilancio comunitario.

Poiché il piano punta a mobilitare 315 miliardi di investimenti complessivi fino al 2019, l‘effetto moltiplicatore è pari a 15.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below