1 giugno 2016 / 09:27 / un anno fa

Fisco, bonus 80 euro terreno di scontro Pd-M5s a vigilia voto

ROMA (Reuters) - Il bonus Irpef di 80 euro mensili varato nel 2014 dal governo per chi guadagna meno di 1.500 euro netti al mese è diventato terreno di scontro acceso tra il Movimento Cinque Stelle e Pd, quando mancano pochi giorni al voto delle amministrative, costringendo a intervenire lo stesso premier Matteo Renzi.

Meccanico al lavoro a Roma. REUTERS/Max Rossi

Nei giorni scorsi alcuni media hanno scritto che nel 2015 circa 1,4 milioni di contribuenti hanno dovuto restituire il bonus all‘Agenzia delle entrate perché non rientravano nei parametri.

Una nota del ministero dell‘Economia del 31 marzo scorso dice che complessivamente 1 milione e 449.000 contribuenti hanno dovuto restituire integralmente o in parte il bonus all‘atto della dichiarazione dei redditi perché superavano i limiti di legge (cioè 80 euro mensili fino a 24.000 euro, poi la somma decresce fino ad azzerarsi al raggiungimento dei 26.000 euro), su un totale di 11,6 milioni di persone che l‘hanno ricevuto automaticamente in busta paga.

Le opposizioni hanno attaccato il governo, e il movimento di Beppe Grillo in particolare ha lanciato una campagna sui social media contro #RenzieLauro, paragonando il premier allo scomparso imprenditore e politico napoletano Achille Lauro, famoso alle cronache per le sue promesse elettorali.

Il sito web di Grillo ha accusato Renzi di cinismo perché “ha regalato 80 euro al mese prima delle elezioni europee e ora se li riprende tutti insieme dal portafoglio di un milione e mezzo di italiani”.

Il premier ha deciso di rispondere con un video, in cui ha lanciato a sua volta lo slogan #BeppeBugiardo, spiegando che il bonus deve essere restituito da chi ha guadagnato più di quanto previsto, e che non c‘è alcun inganno.

“Beppe Grillo ieri ha scritto una falsità, sostenendo che abbiamo dato gli 80 euro per farceli restituire indietro dopo le elezioni. Abbiamo così ricevuto diverse email di cittadini preoccupati”, ha scritto Renzi oggi su Facebook.

Sempre oggi, in una nota, il viceministro all‘Economia Enrico Zanetti ha scritto che la polemica del M5s “è un autogol perché, se proprio vogliamo vedere cosa è successo a consuntivo in dichiarazione, sono molti di più i contribuenti che hanno avuto diritto a ricevere quanto ancora non gli era stato riconosciuto mese per mese di quelli che hanno invece dovuto restituire”.

La nota del Mef dice che complessivamente sono 1,6 milioni le persone che hanno scoperto di poter usufruire del bonus al momento della dichiarazione dei redditi, di cui 509.000 per l‘intero ammontare e 1 milione e 112.000 solo per una quota.

Secondo Bankitalia, il bonus Irpef ha favorito un incremento dei consumi da 3,5 miliardi di euro nel 2014, pari a circa il 40% dell‘aumento della spesa delle famiglie.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below