30 maggio 2016 / 12:12 / 2 anni fa

Migranti, la tragedia del Mediterraneo nella foto di un bimbo annegato

ROMA (Reuters) - La fotografia di un bimbo annegato, portato in braccio da un soccorritore, è stata diffusa oggi da un‘organizzazione di volontari allo scopo di convincere le autorità europee a garantire corridoi umanitari per i migranti, dopo che la scorsa settimana si sono registrati centinaia di morti nel Mediterraneo.

Un volontario dell'organizzazione umanitaria tedesca Sea-Watch con in braccio un bimbo annegato dopo l'affondamento di una barca carica di migranti dalla Libia, il 27 maggio scorso. Christian Buettner/Eikon Nord GmbH Germany/Handout via

Intanto, i dati del ministero dell‘interno indicano che a oggi gli arrivi di migranti sono superiori del 4% circa rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Nei centri italiani risultano oggi accolte oltre 119.000 persone.

Il corpo del bambino, che nella foto sembra avere non più di un anno, è stato recuperato dopo l‘affondamento di un‘imbarcazione in legno, venerdì scorso. Ieri, 45 cadaveri provenienti dallo stesso naufragio sono giunti nel porto di Reggio Calabria. L‘equipaggio della nave italiana Vega ha reso noto di aver tratto in salvo 135 persone nell‘incidente.

L‘organizzazione umanitaria tedesca Sea-Watch ha diffuso la foto choccante, scattata da un‘agenzia di produzione video.

Martin, l‘uomo che ha il bimbo in braccio, ha tre figli e lavora come terapista musicale. Nella foto sembra cullare il piccolo come se dormisse.

Come nel caso della foto di Aylan, il bambino di tre anni fotografato senza vita lo scorso anno su una spiaggia turca, quest‘immagine dà un volto al dramma delle oltre 8.000 persone morte in mare nel corso della crisi migratoria, giunta al terzo anno.

Del bimbo, il cui corpo è stato subito consegnato alla Marina italiana, si sa poco. L‘uomo che l‘ha raccolto dall‘acqua non sa neanche se fosse un maschio o una femmina, solo che indossava unicamente un pannolino.

Il bimbo era “sotto il pelo dell‘acqua, come una bambola, con le braccia distese”, ha detto in una lettera Martin, che ha chiesto di non rendere noto il suo cognome.

“Ho afferrato l‘avambraccio del bimbo e ho preso tra le braccia il corpo leggero per proteggerlo, come se fosse ancora vivo. Non aveva addosso altro che un pannolino. Aveva le braccia aperte con le dita minuscole all‘aria, il sole illuminava i suoi occhi chiari, amichevoli ma fissi. Ho iniziato a cantare per consolarmi e per cercare di esprimere in qualche modo questo momento incomprensibile, straziante. Solo sei ore fa questo bambino era vivo”.

Sea-Watch ha detto di avere raccolto 25 corpi circa, tra cui quello di un altro bambino, secondo la testimonianza vista da Reuters. Il team ha detto di aver deciso di diffondere la foto all‘unanimità, ha riferito un portavoce.

“In seguito agli eventi disastrosi è ovvio per le organizzazioni sul terreno che gli appelli da parte dei politici della Ue a evitare ulteriori morti in mare non sono molto di più che aria fritta”, ha detto l‘organizzazione nel comunicato che accompagna la fotografia.

“Se non vogliamo vedere foto del genere, dobbiamo smettere di produrle”, dice Sea-Watch, chiedendo all‘Europa di consentire ai migranti un passaggio in sicurezza e legale come mezzo per impedire che le persone siano oggetto di traffici e per evitare altre tragedie.

Almeno 700 migranti sarebbero morti in mare negli ultimi giorni, in quella che è stata la settimana più intensa di viaggi in mare dalla Libia all‘Italia, ha reso noto ieri l‘agenzia dell‘Onu per i rifugiati.

L‘imbarcazione su cui viaggiava il bimbo è partita da Sabrata, sulla costa libica, giovedì, e ha iniziato quasi subito a imbarcare acqua, secondo la testimonianza dei sopravvissuti raccolta ieri dall‘associazione Save the Children.

A bordo c‘erano centinaia di persone, forse 400, dicono i sopravvissuti. Si ignora se la madre o il padre del bambino siano tra coloro che sono sopravvissuti al naufragio.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below