29 aprile 2016 / 07:52 / tra 2 anni

Bce, nuovo taglio tassi non atteso in imminente futuro, dice capo economista Praet

FRANCOFORTE (Reuters) - Occorrerebbe un significativo peggioramento delle prospettive di inflazione perché la Bce decida un nuovo taglio dei tassi, anche se questa resta un‘opzione.

Peter Praet, capo economista e membro del board della Bce, in una foto del gennaio 2013 a Bruxelles. REUTERS/Eric Vidal

Lo dice il capo economista e membro dell‘esecutivo Peter Praet in un‘intervista al giornale spagnolo ‘Expansion’.

“Tagliare ancora i tassi in negativo in futuro richiederebbe un chiaro peggioramento dell‘outlook di inflazione” afferma Praet. “Non penso che vedremo queste condizioni materializzarsi nell‘immediato futuro”.

Il banchiere aggiunge che dalla loro introduzione nel 2014 i tassi negativi sui depositi sono stati “molto efficaci”. “Finora l‘effetto positivo di un miglioramento delle condizioni finanziarie prevale su ogni effetto negativo che possa essere associato alla capacità di generare utili delle banche o ad altri rischi sulla stabilità finanziaria”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below