22 aprile 2016 / 07:22 / un anno fa

Borsa Milano chiude in calo, male Fca e Telecom, brillante Mediobanca

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in moderato calo una seduta di transizione, caratterizzata dal clima tranquillo tipico di un venerdì pre-festivo.

Un trader a lavoro. REUTERS/Mohamed Abd El Ghany

Anche se lunedì il mercato azionario italiano sarà aperto, infatti, gli operatori sottolineano che gli scambi sono rarefatti e gli investitori sono restii a prendere posizione.

** In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha perso lo 0,25%, confermandosi, comunque, vicina ai massimi da circa un mese. L‘AllShare è sceso dello 0,24% e il MidCap dello 0,26%. Volumi per un controvalore di circa 2,1 miliardi di euro. Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 ha perso lo 0,5%.

** Banche protagoniste, come da copione di questa prima parte del 2016: il paniere ha chiuso in ribasso dello 0,19%. UNICREDIT (-0,51%) meno peggio di INTESA SANPAOLO (-1,2%). In rosso MONTEPASCHI (-1,45%) mentre brilla MEDIOBANCA (+4,36%).

** Bene BANCO POPOLARE (+1,38%), UBI BANCA (+1,33%), POPOLARE EMILIA ROMAGNA (+0,48%) e POPOLARE MILANO (+0,46%).

** Restando ai finanziari, complessivamente bene il risparmio gestito: POSTE ITALIANE +1,63%, ANIMA +0,8%, AZIMUT +0,65%. Restano un passo indietro BANCA MEDIOLANUM -0,21% e FINECOBANK -0,78%.

** Segno più anche per le assicurazioni: GENERALI +1,03%, UNIPOLSAI +0,69% e UGF +0,41%.

** FIAT CHRYSLER (-2,38%) in linea con uno stoxx europeo dell‘automotive (-2,36%) affossato da Volkswagen. In scia CNH INDUSTRIAL (-0,83%) ed EXOR (-0,58%).

** Nel comparto, fuori dal paniere principale, interessante lo spunto di LANDI RENZO (+6,04%), società che opera nei sistemi di alimentazione a gpl e metano.

** In denaro anche BREMBO (+3,42%) e PIAGGIO (+1,92%).

** TELECOM ITALIA, secondo un trader, colpita dalle prese di beneficio: -3,09%.

** In lettera, dopo le buone performance registrate recentemente, anche le società del lusso/retail: YOOX NET-A-PORTER -2,61%, LUXOTTICA -1,81%, MONCLER -1,66%. TOD‘S è invariata e SALVATORE FERRAGAMO, in controtendenza, sale dello 0,24%.

** Petroliferi spinti dall‘incremento dei prezzi del greggio: ENI +0,57%, TENARIS +0,58% e SARAS +2,71%. In controtendenza SAIPEM: -1,63%.

** Tra le small e mid cap, PREMUDA (+21,09%) galvanizzata dal subentro di Pillarstone nella posizione creditoria di tre banche. [ID:nL5N17P271]

** ACSM AGAM affondata (-4,39%) dalla spaccatura all‘interno della maggioranza di centrosinistra alla guida del comune di Como, che ha bloccato la delibera per vendere un terzo della quota detenuta nella società ad A2A (+1,24%). [ID:nL5N17P1S9]

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below