30 marzo 2016 / 12:58 / 2 anni fa

Migranti, sbarchi in Grecia aumentano nonostante accordo Ue-Turchia

MMigranti e rifugiati in fila per il cibo oggi nel campo di Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia. REUTERS/Marko Djurica

ATENE (Reuters) - In Grecia l‘arrivo di rifugiati e migranti dalla Turchia è in netto aumento, nonostante l‘accordo tra Unione Europea e Turchia per interrompere il flusso.

Le autorità greche hanno registrato tra ieri sera e questa mattina 766 nuovi arrivi, rispetto ai 192 del giorno prima. La maggior parte delle persone sono giunte sull‘isola di Lesbo, nell‘Egeo nord-orientale.

Ieri la Commissione Europea aveva detto che i flussi nell‘ultima settimana si erano ridotti, con solo 1.000 arrivi dalla Turchia verso le isole greche, rispetto ai 2.000 giornalieri registrati in media negli ultimi due mesi.

I motivi per cui il numero di rifugiati e migranti è calato non è chiaro, ma sul mar Egeo ha regnato il maltempo, con forti venti, rendendo così ancora più pericoloso il viaggio dalla Turchia su piccole imbarcazioni.

Secondo l‘accordo entrato in vigore il 20 marzo, migranti e rifugiati che arrivano in Grecia dopo quella data devono essere riportati in Turchia dopo la registrazione e la trattazione della loro richiesta d‘asilo. I rientri cominceranno il 4 aprile.

(Karolina Tagaris)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below