14 marzo 2016 / 08:03 / 2 anni fa

Turchia, 37 morti per autobomba Ankara, tra attentatori una donna del Pkk

ANKARA (Reuters) - Una donna del partito separatista curdo Pkk è tra i due presunti attentatori che con un‘autobomba hanno ucciso ieri 37 persone e ferite 71, di cui 15 in gravi condizioni, ad Ankara, capitale della Turchia.

Investigatori sul luogo dell'attentato suicida ad Ankara. REUTERS/Umit Bektas

Lo riferiscono fonti della sicurezza turca.

L‘attacco, avvenuto a pochi metri dai ministeri di Giustizia e Interno, è il secondo nel giro di un mese.

Alcune prove mostrano che uno degli attentatori è una giovane donna, nata nel 1992 e originaria di Kars, nell‘est del paese, e che si sarebbe unita al Pkk nel 2013.

Stamani, aerei da guerra turchi hanno bombardato i campi del Pkk nel nord dell‘Iraq, secondo quanto riferito dall‘esercito. È stato inoltre imposto il coprifuoco a Sirnak, nel sud, per condurre operazioni contro i militanti curdi.

Il governo turco considera la rivolta nel sudest del paese strettamente legata alla guerra in Siria, dove la milizia curda si è assicurata dei territori lungo il confine turco nella battaglia contro lo Stato islamico e i ribelli che lottano contro il presidente siriano Bashar al-Assad.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below