4 marzo 2016 / 12:40 / 2 anni fa

Ilva, procura Milano chiede fallimento Riva Fire

MILANO (Reuters) - La procura di Milano ha presentato oggi istanza di fallimento nei confronti di Riva Fire, società con cui la famiglia Riva deteneva il 90% dell‘Ilva di Taranto, oggi in amministrazione controllata.

Lo hanno riferito fonti giudiziarie, aggiungendo che Riva Fire, una volta “spogliata” dell‘Ilva, è rimasta una società vuota e gravata dai debiti.

L‘avvio dell‘udienza sull‘istanza della procura è stato fissato davanti al Tribunale Fallimentare di Milano il prossimo 25 marzo.

Fonti vicine a Riva, commentando la notizia, hanno detto che si tratta di “una richiesta del tutto infondata e priva di elementi oggettivi che la supportino. La società è tranquilla e fiduciosa che il Tribunale respingerà tale richiesta”.

Riva Fire, con Ilva e Riva Forni Elettrici, è fra le persone giuridiche rinviate a giudizio, con altri 44 imputati, dal gup di Taranto nell‘ambito del procedimento con l‘ipotesi di reato di disastro ambientale sullo stabilitmento siderurgico Ilva nella città pugliese.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below