2 marzo 2016 / 13:36 / 2 anni fa

Primarie Usa, vittorie chiave per Clinton e Trump, ma rivali non mollano

(Reuters) - Il repubblicano Donald Trump e la democratica Hillary Clinton hanno fatto grossi passi avanti verso la nomination per la Casa Bianca dopo le primarie che ieri si sono tenute in diversi stati Usa, ma i loro rivali hanno annunciato che continueranno a battersi.

La candidata democratica Hillary Clinton durante un comizio nell'Iowa. REUTERS/Jim Bourg

Nel cosiddetto Super Tuesday, Trump (69 anni) e Clinton (68) sono risultati gli indiscussi front-runner. Ora però devono dimostrare di essere capaci di tenere insieme gli elettori dei loro rispettivi partiti ed evitare pericolose fratture prima delle elezioni presidenziali del prossimo 8 novembre.

Secondo le proiezioni delle reti tv Usa, Trump ha vinto in sette stati, dopo essersi assicurato nelle settimane scorse tre vittorie consecutive in quattro stati.

Anche alla Clinton sono andati sette stati, grazie anche al voto degli afro-americani.

Il principale rivale di Trump, il senatore Ted Cruz (che viene dal Texas), e il senatore Marco Rubio (dalla Florida) restano comunque in gara. Il 45enne Cruz ha vinto in Texas, Oklahoma e Alaska. Rubio dovrebbe aver vinto in Minnesota.

Bernie Sanders, il rivale della Clinton, senatore proveniente dal Vermont, ha vinto nel suo stato, oltre che in

Colorado, Minnesota e Oklahoma.

(John Whitesides e Steve Holland)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below