15 febbraio 2016 / 09:49 / tra 2 anni

Siria, Turchia smentisce ingresso suoi soldati nel paese

ISTANBUL (Reuters) - Il ministro della Difesa turco Ismet Yilmaz ha smentito che alcuni soldati turchi siano entrati in Siria nel fine settimana e ha aggiunto che Ankara non sta prendendo in considerazione l‘invio di truppo nel paese vicino.

Lo riferisce l‘agenzia di stampa statale Anadolu.

Il governo siriano ritiene che soldati turchi fossero tra i 100 entrati in Siria sabato scorso con 12 camionette e armi pesanti, in un‘operazione per rifornire i ribelli che combattono contro Damasco.

“Non è vero. Soldati turchi non sono entrati in Siria”, ha detto Yilmaz ad una commissione parlamentare turca.

L‘esercito turco ha sparato contro obiettivi della milizia curda Ypg nel fine settimana, dopo che il gruppo ha sequestrato una base aerea a nord di Aleppo, complicando ulteriormente il conflitto al confine meridionale.

Intanto ieri il presidente Usa Barack Obama ha esortato la Russia a smettere di bombardare i ribelli “moderati” in Siria in sostegno al presidente Bashar al-Assad, una campagna considerata dall‘Occidente uno dei più grossi ostacoli per mettere fine alla guerra.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below