10 febbraio 2016 / 17:33 / 2 anni fa

Banche, a Cdm stasera niente rimborsi a obbligazionisti

ROMA (Reuters) - I risparmiatori colpiti dal salvataggio di Banca Marche, Banca Etruria, CariFerrara e CariChieti dovranno ancora aspettare prima di ricevere un rimborso parziale dallo Stato.

Una fonte governativa riferisce infatti che i criteri su come calcolare gli indennizzi non dovrebbero entrare nel decreto legge all‘esame del Consiglio dei ministri di stasera alle 21,00.

La strada che sta prendendo piede è quella di procedere attraverso un decreto ministeriale, come già prevede la legge di Stabilità, spiega la fonte.

Sono invece confermati gli altri due capitoli del decreto legge: la riforma delle banche di credito cooperativo e, soprattutto, la garanzia sulla cartolarizzazione delle sofferenze (Gacs).

Proprio oggi la Commissione europea ha autorizzato il piano italiano per aiutare le banche a eliminare dai loro bilanci i crediti deteriorati.

A fine 2015, salvando le quattro banche con la nuova procedura europea di risoluzione, il governo ha azzerato obbligazioni subordinate per 768 milioni, 430 dei quali in mano a 12.500 clienti retail.

Il governo ha iscritto a bilancio 100 milioni per dare ristoro ai risparmiatori più vulnerabili.

La fonte conferma che i rimborsi non saranno mai al 100% né potranno superare quota 100.000 euro, lo stesso limite valido per l‘attuale garanzia sui depositi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below