8 febbraio 2016 / 16:52 / 2 anni fa

Morte Regeni, Egitto respinge accuse a forze sicurezza

IL CAIRO (Reuters) - Il ministro dell‘Interno egiziano, Magdi Abdel Ghaffar, oggi ha respinto le accuse comparse sui media secondo cui ci sarebbero le forze di sicurezza dietro all‘uccisione di Giulio Regeni al Cairo.

Decine di persone lasciano davanti all'ambasciata italiana al Cairo fiori e pensieri in ricordo di Giulio Regeni, lo studente italiano di 28 anni ucciso nella capitale egiziana. REUTERS/Mohamed Abd El Ghany

“Ci sono diverse voci che si ripetono sulle pagine dei giornali che insinuano che possano esserci le forze di sicurezza dietro all‘incidente. E’ inaccettabile. Questa non è la nostra politica”, ha detto il ministro in una conferenza stampa.

Il cadavere di Regeni, con i segni delle torture subite, è stato rinvenuto la settimana scorsa in un fossato lungo un‘autostrada, ed è stato riportato in Italia sabato.

Regeni, 28enne friulano studente di Cambridge, si trovava al Cairo per la tesi di dottorato.

Il governo italiano ha chiesto che si faccia piena luce sull‘accaduto, e ha inviato al Cairo un team di investigatori italiani.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below