1 febbraio 2016 / 15:11 / tra 2 anni

Banche, Ue non pensa a modifica direttiva su bail-in

Bandiere europee di fronte alla sede della Commissione Europea a Bruxelles, il 17 nove,mbre 2015. REUTERS/Yves Herman

BRUXELLES (Reuters) - L‘Europa non ha in progetto nessuna modifica alla direttiva sul cosiddetto ‘bail-in’ delle banche che mette in capo ad azionisti e creditori il salvataggio degli istituti in crisi.

Lo ha riferito una portavoce della Commissione europea ribadendo la posizione dell‘esecutivo comunitario.

“Non ci sono piani di modifica. La direttiva per la risoluzione e il risanamento delle crisi bancarie (Brrd) è stata adottata nel 2014 con il consenso della stragrande maggioranza del Parlamento europeo e l‘unanimità degli Stati membri. E’ stato chiaro per un anno e mezzo che il bail-in spetterà ai creditori per proteggere i contribuenti”, ha riferito la portavoce.

Sabato scorso, il governatore di Bankitalia Ignazio Visco ha detto al convegno Assiom Forex che il bail-in è stato introdotto dall‘Unione Europea senza adeguata attenzione alla fase di transizione e va considerata attentamente la possibilità di avviarne la revisione, come previsto, entro giugno 2018.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below