29 gennaio 2016 / 11:41 / 2 anni fa

Governo vara 'Jobs act' con tutele per partite Iva, professionisti

ROMA (Reuters) - Di seguito i contenuti principali del cosiddetto ‘Jobs Act’ per i lavoratori autonomi varato ieri dal Consiglio dei ministri sotto forma di disegno di legge.

TUTELA DEL LAVORO AUTONOMO NON IMPRENDITORIALE

Per i lavoratori autonomi non imprenditori - come partite Iva, collaboratori e professionisti - è prevista la deducibilità fiscale totale delle spese di formazione e per usufruire dei servizi di inserimento o reinserimento al lavoro; deducibilità del 100% anche per gli oneri sostenuti per la garanzia contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro.

Viene riconosciuta l‘indennità di maternità per i due mesi antecedenti al parto ed i tre mesi successivi, pur continuando a lavorare, e il congedo parentale per un periodo massimo di sei mesi entro i primi tre anni di vita del bambino.

In caso di gravidanza, malattia o infortunio il rapporto di lavoro viene sospeso, senza diritto a retribuzione, per un massimo di 150 giorni. In caso di malattia e infortunio che impediscano di lavorare per più di due mesi, il versamento dei contributi previdenziali e dei premi assicurativi è sospeso per la durata della malattia fino ad un massimo di 2 anni.

Per coloro che svolgono il cosiddetto “lavoro agile”, cioè lavoro subordinato in parte al di fuori della sede di lavoro, è previsto un trattamento economico e normativo non inferiore a quello applicato a coloro che svolgono le medesime mansioni esclusivamente all‘interno dell‘azienda; medesimi gli incentivi di carattere fiscale e contributivo eventualmente riconosciuti in relazione agli incrementi di produttività ed efficienza del lavoro subordinato; il rispetto da parte del datore di lavoro delle norme in materia di salute e sicurezza.

CONTRASTO ALLA POVERTÀ

Un secondo disegno di legge, di delega al governo, introduce una misura nazionale di contrasto alla povertà che stabilisca il livello essenziale delle prestazioni da garantire. L‘aiuto è legato alla partecipazione a un progetto personalizzato di inclusione sociale e lavorativa per uscire dalla povertà. La delega prevede anche la razionalizzazione dei servizi sociali.

La Stabilità stanzia 600 milioni quest‘anno e 1 miliardo il prossimo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below