25 gennaio 2016 / 12:44 / tra 2 anni

Italia chiuderà accordi con società Iran per 15-17 mld euro

ROMA/MILANO (Reuters) - L‘Italia firmerà questa sera a Roma accordi con l‘Iran per complessivi 15-17 miliardi di euro, hanno detto a Reuters due fonti governative, nel corso della prima visita in Europa del presidente iraniano dopo la fine delle sanzioni internazionali contro Teheran.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani. REUTERS/Raheb Homavandi

Il 14 luglio corso, l‘Iran e il gruppo dei ‘5+1’(Stati Uniti, Russia, Cina, Regno Unito, Francia + Germania) hanno raggiunto uno storico accordo che prevede la fine graduale delle sanzioni imposte a Teheran per nove anni in cambio di un freno ai programmi nucleari.

L‘Italia è uno dei principali partner commerciali della Repubblica Islamica.

Danieli firmerà accordi per 5,7 miliardi di euro nel settore siderurgico e minerario, tra cui una joint venture denominata Persian Metallics del valore di 2 miliardi.

Il titolo ha chiuso la seduta in rialzo del 21%.

Saipem si è aggiudicata un contratto per realizzare un gasdotto di 2.000 km, dice una fonte vicina alla situazione, per un valore di 4-5 miliardi di dollari.

Ferrovie dello Stato (FS), attraverso Italferr, presterà assistenza tecnica per il progetto della linea ad alta velocità Tehran-Qom-Isfahan (circa 400 km) e sta seguendo l’elettrificazione della linea Tehran-Mashhad (circa 900 km).

Inoltre, con Italcertifer FS sta lavorando alla progettazione preliminare del Test Centre delle Ferrovie Iraniane (Infrastruttura e Materiale Rotabile) e ha partecipato alla gara relativa alla metro di Mashhad, risultando il “preferred bidder”, in attesa della firma del contratto.

Condotte d‘Acqua spiega che firmerà accordi per massimi 4 miliardi di euro.

Una fonte vicina al gruppo Gavio dice che Itinera, società di costruzioni del gruppo, “firmerà accordi con alcune tra le più importanti società di costruzioni iraniane per collaborare nello sviluppo di progetti infrastrutturali nel paese”.

Anche Fincantieri siglerà accordi oggi. Mentre Pessina Costruzioni ha firmato un memorandum of understanding con il ministero della Sanità iraniano per costruire cinque ospedali, ha riferito lo studio legale Padovan, che ha assistito la società.

Più contenuto, 1,2/1,3 milioni di euro, il valore dell‘intesa che la Coet, società di costruzioni elettrotecniche della famiglia Jaselli, firmerà in serata per la fornitura di quadri elettrici per metropolitane.

Secondo Sace, gruppo assicurativo-finanziario di Cdp, la rimozione delle sanzioni dovrebbe consentire all‘Italia di arrivare nel 2018 ad un livello di export superiore ai 2,5 miliardi di euro, contro gli 1,16 del 2014.

L‘export italiano verso l‘Iran riguarda per oltre il 57% la meccanica strumentale, dice Istat.

Mercoledì Rouhani lascerà Roma alla volta della Francia, seconda tappa del tour in Europa.

-- Hanno collaborato Stephen Jewkes, Elisa Anzolin e Alberto Sisto

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below