18 gennaio 2016 / 14:21 / 2 anni fa

Vaticano, monsignor Scarano assolto per corruzione, condanna per calunnia

ROMA (Reuters) - Il tribunale di Roma ha assolto oggi Nunzio Scarano, il religioso accusato di aver cercato di rimpatriare dalla Svizzera 20 milioni di euro frutto di evasione fiscale che sarebbero appartenuti a una famiglia di facoltosi armatori.

Secondo il tribunale il fatto non sussiste. Il pubblico ministero aveva invece chiesto una condanna a tre anni di carcere.

Scarano, contabile per oltre 20 anni all‘Apsa, l‘Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, è stato però condannato a due anni per calunnia contro un ex agente dei servizi segreti, Giovanni Zito. Il monsignore lo aveva accusato infatti di furto e ricettazione di un assegno che invece gli avrebbe consegnato volontariamente.

Zito e un broker finanziario, Giovanni Carenzio, sono in attesa della sentenza con rito abbreviato per la stessa vicenda. La prossima udienza si terrà il 9 marzo.

Dopo l‘arresto, avvenuto nel giugno del 2013, Scarano aveva consegnato agli inquirenti materiale sull‘attività dell‘Apsa e presunte anomalie e illegittimità.

All‘inizio del 2015 gli ispettori vaticani hanno avviato un‘indagine sull‘Apsa e sospettano che i suoi conti siano stati utilizzati da persone che non potevano esserne titolari per commettere reati finanziari.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below