11 gennaio 2016 / 13:51 / tra 2 anni

Ilva, a Taranto 3.510 esuberi, produzione a 17.000 tonnellate

Stabilimento Ilva a Taranto. REUTERS/Yara Nardi

BARI/ROMA (Reuters) - Sono 3.510 gli esuberi dicharati dall‘Ilva, mentre la produzione della principale azienda siderurgica è destinata a calare a 17.000 tonnellate al giorno.

Lo hanno riferito oggi fonti sindacali dopo un incontro coi vertici di Ilva, che dallo scorso anno è in amministrazione straordinaria.

Gli esuberi riguardano in gran parte (1.713) l‘area laminazione e tubifici, dicono le fonti. Il contratto di solidarietà sarà rinnovato dal prossimo mese di marzo e riguarderà 11.000 operai.

La produzione gioraliera calerà a 11.000 tonnellate giornaliere, quasi un terzo delle 30.000 producibili in pieno assetto.

Nel frattempo, dopo lo sciopero dei lavoratori Ilva di Cornigliano, che oggi hanno anche occupato la sede del Comune, la Fiom Cgil ha chiesto l‘intervento del governo per risolvere i problemi dell‘azienda.

Alla Camera intanto è in discussione la conversione in legge dell‘ennesimo decreto salva-Ilva varato dal governo a dicembre, che prevede la possibilità di affittare o vendere gli impianti dell‘azienda, oltre a stanziare fondi (300 milioni) per la gestione dell‘azienda e per finanziare misure di salvaguardia amentale (800 milioni) da realizzare entro l‘estate 2017.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below