16 novembre 2015 / 08:31 / 2 anni fa

Cameron: Gb pronta a raid su Siria ma devo convincere più deputati

Il primo ministro inglese David Cameron. REUTERS/Rob Stothard/Pool

BELEK, Turchia (Reuters) - Il primo ministro britannico vuole che la Gran Bretagna conduca raid aerei contro i militanti dello Stato islamico in Siria ma non ha ancora il sostegno del parlamento per un‘azione militare.

“Ho sempre detto che lo ritengo sensato, lo Stato islamico non riconosce un confine tra Iraq e Siria e neanche noi dovremmo, ma ho bisogno costruire il dibattito, devo portarlo in parlmento e convincere più persone”, ha detto Cameron alla radio della Bbc.

“Non lo metteremo al voto senza essere certi che il parlamento sostenga l‘azione militare perché fallire su questo sarebbe un danno, non un danno per il governo ma per il Paese e la sua reputazione”.

La Gran Bretagna attualmente sta bombardando l‘Iraq ma Cameron non ha ottenuto il via libera dal parlamento nel 2013 quando ha chiesto di estendere i raid alla Siria.

Il premier ha comunque assicurato un‘azione immediata scatterebbe qualora gli interessi britannici fossero a rischio, citando l‘attacco di un drone che ha ucciso militanti islamisti britannici ad agosto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below