11 novembre 2015 / 17:39 / 2 anni fa

Borsa Milano in ribasso, bene Pop Milano e Banco Pop, crolla Mediaset

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in moderato calo una seduta caratterizzata dalla buona accoglienza complessiva dei risultati trimestrali delle banche e dal tracollo di Mediaset.

Trader al lavoro. REUTERS/Luke MacGregor

L‘avvio zoppicante di Wall Street ha dato via libera a qualche presa di beneficio, dopo che, a fine mattinata, l‘azionario milanese si era spinto in rialzo di quasi un punto percentuale. UniCredit, in particolare, che aveva ingranato la quarta dopo la pubblicazione dei conti e del piano aggiornato, ha progressivamente frenato.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha perso lo 0,26% e l‘AllShare lo 0,18%, mentre il Mid Cap ha guadagnato lo 0,48%.

Volumi per un controvalore di circa 2,9 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 è salito dello 0,65%.

Riflettori puntati sulle banche: il paniere è salito dello 0,39%, frenando nel finale.

UNICREDIT piatta (-0,08%) dopo i risultati trimestrali e la presentazione del piano, che prevede 18.200 tagli al personale.

Popolari divise all‘indomani dei conti: bene POPOLARE MILANO (+6,54%) e BANCO POPOLARE (+3,88%), mentre UBI BANCA è stata bocciata (-2,47%).

Miste le altre banche: POPOLARE EMILIA ROMAGNA +2,19%, MONTEPASCHI -0,19%, MEDIOBANCA +1,31% e INTESA SANPAOLO -0,19%.

A picco MEDIASET (-9,45%) dopo i risultati trimestrali.

Prese di beneficio sul lusso, tonico ieri: YOOX NET-A-PORTER -2,78%, FERRAGAMO +0,37%, TOD‘S -0,69% e MONCLER -0,69%. Fuori dal paniere principale, mercato negativo sui conti di BRUNELLO CUCINELLI (-1,32%).

Tornando ai finanziari, rimbalzo di ANIMA (+1,99%); nel risparmio gestito in scia AZIMUT (+0,97%), staccata MEDIOLANUM (+0,13%). Positivi gli assicurativi: GENERALI +0,8%, UGF +1,33% e UNIPOLSAI +1,54%.

Realizzi su EXOR (-1,19%), SNAM (-1,25%), TERNA (-0,77%) e TELECOM ITALIA (-0,76%).

In ribasso i petroliferi: TENARIS -1,61%, SAIPEM -1,36% ed ENI -0,6%.

Positiva CAMPARI dopo i conti (+0,63%).

Poco mosse, come di consueto, le società che sono sotto Opa o in attesa della formalizzazione dell‘offerta pubblica, ovvero ANSALDO STS (-0,26%), ITALCEMENTI (-0,1%) e, tra le small e mid cap, DELCLIMA (+0,23%).

Fuori dal paniere principale, tra le società che hanno pubblicato i risultati trimestrali fra ieri e oggi, bene IMMSI (+4,11%), DE’ LONGHI (+4,75%) [ID:nL8N1362H7] e CREDITO VALTELLINESE (+3,27%), mentre sono precipitate ASTALDI (-17,65%) e FINCANTIERI (-3,33%).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below