30 ottobre 2015 / 10:31 / tra 2 anni

Roma, sindaco Marino indagato, dimissioni oggi per consiglieri Pd

ROMA (Reuters) - Il sindaco di Roma Ignazio Marino, che ieri ha ritirato le dimissioni presentate lo scorso 12 ottobre, è indagato dalla procura capitolina per la vicenda dei presunti rimborsi pubblici per spese private.

Il sindaco di Roma Ignazio Marino. REUTERS/Stefano Rellandini

Lo ha ammesso lo stesso primo cittadino nel corso di una conferenza stampa trasmessa in diretta tv.

“Ė un atto dovuto che serve per svolgere le indagini ed eventualmente arrivare a una procedura di archiviazione”, ha detto Marino a proposito della sua iscrizione sul registro degli indagati per il reato di peculato.

Il sindaco ha anche ribadito di essere “assolutamente convinto di non aver mai utilizzato denaro pubblico per fini privati”.

Nei giorni scorsi Marino, chirurgo ed ex senatore democratico, alla guida della città dal 2013 dopo aver vinto in precedenza le primarie del Pd, era stato ascoltato per diverse ore come “persona informata dei fatti” sulla questione, denunciata da due esposti di M5S e Fratelli d‘Italia.

L‘obiettivo dichiarato del sindaco è quello di poter spiegare in Consiglio comunale e avere un confronto pubblico col Pd, che gli ha tolto il sostegno ritenendolo non più adeguato al ruolo ancora prima della notizia che fosse indagato. Marino, che nella lettera di ritiro delle dimissioni ha ammesso alcuni errori, vorrebbe comunque proseguire l‘esperienza.

“Mi chiedo perché in questo momento, di fronte a un sindaco che chiede un confronto nel luogo pubblico e democratico e trasparente, le forze politiche utilizzino tutti gli strumenti per evitare il confronto”, ha detto oggi Marino.

Dopo il ritiro delle dimissioni, il Partito democratico ha deciso di muovere all‘offensiva: oggi i 19 consiglieri comunali si dimetteranno, ha detto a Reuters la consigliera Cecilia Fannunza, dando via così al processo che dovrebbe portare allo scioglimento del Comune, se almeno altri sei consiglieri rimetteranno il proprio mandato. La lista Marchini, che conta due consiglieri, ha già dato la propria disponibilità.

Dopodiché, spetterebbe al prefetto di Roma Franco Gabrielli nominare un commissario per la Capitale.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below