26 ottobre 2015 / 13:36 / tra 2 anni

Mafia Capitale, rito abbreviato per assessore e consigliere Comune

ROMA (Reuters) - In attesa che il 5 novembre prenda avvio il processo ai protagonisti principali dell‘inchiesta Mafia Capitale, il Tribunale di Roma ha accettato oggi il rito abbreviato per un ex assessore e un consigliere comunale del centrosinistra accusati di corruzione.

Vigili di fronte al Campidoglio. REUTERS/Stefano Rellandini

Lo hanno riferito fonti giudiziarie e legali.

Il processo abbreviato all‘ex assessore alla casa Daniele Ozzimo (Pd), al consigliere comunale - attualmente sospeso - Massimo Caprari (Centro Democratico) e ad altre tre persone comincerà il 26 novembre, con una seconda udienza già fissata per il 17 dicembre.

Il giudice per l‘udienza preliminare Alessandra Boffi ha accolto la richiesta di acquisire come prova un messaggio email scambiato con Salvatore Buzzi, ritenuto insieme a Massimo Carminati a capo dell‘organizzazione che secondo i giudici controllava numerosi appalti comunali e poteva influire su decisioni dell‘amministrazione.

Sempre oggi, il Tribunale del Riesame ha negato la rimessa in libertà di Ozzimo, che si trova agli arresti domiciliari.

Ė stata invece rimandata al 21 dicembre, per ragioni procedurali, la decisione sulla richiesta di patteggiamento dei dirigenti della cooperativa La Cascina arrestati nell‘ambito del secondo filone dell‘inchiesta Mafia Capitale.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below