21 ottobre 2015 / 11:45 / tra 2 anni

Medio Oriente, Gentiloni per stop violenze in colloquio con Netanyahu

ROMA (Reuters) - Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni oggi ha auspicato che si fermi l‘escalation di violenze a Gerusalemme e nella Striscia di Gaza, in un colloquio telefonico con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Nella telefonata di questa mattina “Gentiloni ha rinnovato l’invito a tutte le parti a contribuire a una de-escalation delle tensioni, ribadendo la ferma condanna italiana agli appelli di Hamas alla violenza”, si legge in una nota della Farnesina.

Gentiloni ha poi ribadito il sostegno alla prospettiva di due Stati come unica soluzione.

La nuova ondata di violenze, che va avanti da tre settimane, è iniziata con una serie di accoltellamenti di israeliani a Gerusalemme.

Ieri il segretario generale dell‘Onu, Ban Ki Moon, ha messo in guardia palestinesi ed israeliani da un “pericoloso abisso”, arrivando nella regione per una visita a sorpresa.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below