20 ottobre 2015 / 12:30 / 2 anni fa

Roma, sindaco Marino non esclude ritiro dimissioni

ROMA (Reuters) - Il sindaco di Roma Ignazio Marino ha detto oggi che sta ancora facendo “le opportune riflessioni e verifiche” sulle proprie dimissioni, lasciando apparentemente aperta la possibilità di un ritorno alla guida del Campidoglio.

Il sindaco dimissionario di Roma Ignazio Marino, sorridente in una foto di qualche mese fa. REUTERS/Stefano Rellandini

Nel corso di una conferenza stampa convocata a sorpresa all‘indomani della sua deposizione in Procura, dove ha incontrato i magistrati sulla vicenda delle presunte spese private rimborsate con fondi pubblici, il chirurgo ed ex senatore Pd ha detto di non essere stato iscritto sul registro degli indagati, e di aver dato le dimissioni, il 12 ottobre scorso, per “rispetto dell‘autorità giudiziaria”.

Era stata proprio la vicenda dei cosiddetti “scontrini”, (nata dagli esposti di M5s e Fratelli d‘Italia) e la successiva reazione del sindaco, che aveva detto di voler pagare di tasca proprio tutte le spese sostenute in due anni per eliminare sospetti, a provocare lo scontro con il suo partito, il Pd, che in pratica lo ha sfiduciato e costretto alle dimissioni.

Marino ha ribadito di non aver “mai utilizzato denaro pubblico per scopi privati” e il suo avvocato, il professor Enzo Musco, ha detto che la prassi seguita per la registrazione delle spese era corretta.

Ma, resa la testimonianza in Procura, il sindaco ha voluto ricordare che ha tempo fino al 2 novembre per le “opportune riflessioni e verifiche, come prevede la legge”, prima di confermare le dimissioni. E che “tra le verifiche che bisognerà fare” c‘è anche quella sulla possibilità che la maggioranza di centrosinistra continui ad appoggiarlo. Dichiarazioni che hanno fatto pensare alla possibilità di un ripensamento di Marino.

Secondo una fonte a lui vicina, Marino è fortemente irritato con il premier e leader del Pd Matteo Renzi, che dopo le dimissioni del sindaco ha varato oltre 500 milioni per lavori a Roma legati al Giubileo straordinario, e considera la vicenda degli scontrini un pretesto utilizzato da altri per far cadere la sua giunta. Di qui la minaccia velata di tornare sui suoi passi.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below