13 ottobre 2015 / 11:25 / 2 anni fa

Corruzione, arrestato vice presidente Regione Lombardia Mantovani

MILANO (Reuters) - Il vice presidente della Regione Lombardia, Mario Mantovani, è stato arrestato oggi insieme ad altre due persone nell‘ambito di un‘inchiesta della procura di Milano che ipotizza i reati di turbata libertà degli incanti, corruzione aggravata e concussione e che vede anche altri 12 indagati.

La sede del tribunale di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini

Lo riferisce una nota del procuratore capo di Milano Edmondo Bruti Liberati, in cui si precisa che Mantovani è accusato inoltre di abuso d‘ufficio e turbativa d‘asta in concorso con altri. Fonti giudiziarie aggiungono che tra gli indagati dell‘inchiesta figura anche l‘assessore regionale all‘Economia Massimo Garavaglia, che al momento non è stato raggiungibile per un commento, accusato dagli inquirenti di turbativa d‘asta.

Mantovani -- attualmente anche assessore ai rapporti con l‘Ue dopo aver ricoperto lo stesso ruolo alla Salute -- fa parte di Forza Italia, Garavaglia della Lega Nord.

Nell‘indagine, condotta dal procuratore aggiunto Giulia Perrotti e dal pm Giovanni Polizzi, sono stati arrestati anche il braccio destro di Mantovani, Giacomo Di Capua, e un ingegnere del Provveditorato interregionale delle opere pubbliche per la Lombardia e la Liguria, Angelo Bianchi, anch‘essi accusati di turbata libertà degli incanti, corruzione aggravata e concussione.

Reuters non è stata finora in condizione di raggiungere i legali degli interessati per un commento.

I fatti oggetto dell‘inchiesta, commessi a Milano, risalgono al periodo compreso tra giugno 2012 e giugno 2014, quando Mantovani era senatore, sindaco di Arconate e assessore alla Salute della Lombardia, precisa il comunicato.

Secondo gli inquirenti, Mantovani avrebbe esercitato pressioni sul provveditore alle opere pubbliche di Lombardia e Liguria perché affidasse incarichi a Bianchi, già indagato a Sondrio, in modo che continuasse a gestire gli appalti che interessavano al vice presidente della Regione. Gli investigatori ritengono inoltre che Mantovani abbia fatto favori in cambio non di denaro ma di utilità, ovvero lavori in abitazioni proprie o di familiari.

Secondo l‘accusa, Mantovani avrebbe contribuito a pilotare anche gare relative al trasporto di pazienti dializzati, all‘edilizia scolastica e alle case di riposo.

“Sono rimasto stupito dell‘arresto del vice presidente e assessore Mario Mantovani e mi auguro che sarà in grado di dimostrare la sua correttezza”, spiega in una nota il governatore della Lombardia Roberto Maroni. “Da quanto si apprende, la gran parte delle contestazioni che gli vengono rivolte sono estranee al suo incarico in Regione”, aggiunge, precisando di aver chiesto approfondimenti per quanto riguarda gli episodi che coinvolgono singole aziende sanitarie.

La nota della procura aggiunge che sono stati eseguiti anche perquisizioni e sequestri di documentazione nelle province di Milano, Pavia, Varese, Vercelli, e Rimini, negli uffici degli indagati in Regione, in nove abitazioni e 17 fra enti e società.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below