8 ottobre 2015 / 18:02 / tra 2 anni

Comune Roma, sindaco Marino si è dimesso

ROMA (Reuters) - Il sindaco di Roma Ignazio Marino si è dimesso.

Manifestanti anti-Marino davanti al Campidoglio. REUTERS/Max Rossi

Lo ha reso noto lui stesso con una lettera indirizzata a tutti i romani e diffusa dal Campidoglio, nella quale il sindaco dimissionario ricorda però che ora si apre una fase politica, della durata di venti giorni, per vedere se è possibile ricostituire le condizioni politiche per poter proseguire nel suo lavoro ed eventualmente ritirare le dimissioni.

Alla situazione di oggi, visto il punto di polemica tra il sindaco e la segreteria del suo partito, il Pd di Matteo Renzi, pare difficile una ricucitura di quello che è ormai l‘ex sindaco della capitale con la sua maggioranza.

“Esiste un problema di condizioni politiche per compiere questo percorso [di risanamento della città]. Queste condizioni oggi mi appaiono assottigliate se non assenti. Per questo ho compiuto la mia scelta: presento le mie dimissioni”, scrive Marino nella sua lettera.

Subito dopo però Marino aggiunge: “Sapendo che queste possono per legge essere ritirate entro venti giorni. Non è un’astuzia la mia: è la ricerca di una verifica seria, se è ancora possibile ricostruire queste condizioni politiche”.

La giornata politica però, come dicevamo, racconta un duro scontro di Marino con il suo partito che lo ha ripetutamente invitato alle dimissioni.

Nel pomeriggio, per forzare il sindaco a lasciare, hanno annunciato le loro dimissioni il vice sindaco e tre assessori, tutti del Pd e vicini alla segreteria di Renzi. Per il premier, la sconfitta di Marino segna il primo forte smacco per la guida del Pd.

Si apre di fatto ora una lunga campagna elettorale che potrebbe portare, dopo la formalizzazione delle dimissioni del sindaco e della sua giunta, alla nomina di un commissario prefettizio che dovrebbe guidare la città fino alle elezioni, presumibilmente nella primavera del prossimo anno. Secondo un sondaggio della scorsa estate effettuato da Tecné per la trasmissione di Rai Uno Porta a porta, il Movimento 5 Stelle si presenterebbe al ballottaggio da primo partito con un distacco notevole (6%) sul Pd.

Secondo la rilevazione, gli scandali di Mafia Capitale e i primi due anni di amministrazione Marino hanno prodotto un vistoso calo del Partito democratico nella capitale. I 5 Stelle raccoglierebbero il 32% dei voti, davanti al Pd (26%). La terza forza, ma a distanza di 15 punti, sarebbe Forza Italia che non supererebbe l’11%.

Ieri sera, dopo le recenti polemiche sulle spese di rappresentanza, Marino aveva annunciato di voler rinunciare alla carta di credito e di voler restituire i circa 20.000 euro fin qui spesi dall‘inizio del suo mandato.

Sulla vicenda delle spese la procura di Roma ha aperto due giorni fa un fascicolo senza indagati e senza ipotesi di reato. La polemica aveva preso avvio dalla pubblicazione da parte del Campidoglio dei dati sulle spese di rappresentanza, per rispondere alle accuse di M5s e Fratelli d‘Italia.

Ma nelle settimana scorse Marino era già finito al centro delle critiche per il viaggio negli Stati Uniti in occasione della visita del Papa, e ancora prima per le vacanze ai Caraibi. Aveva fatto discutere anche la vicenda dei funerali del “boss” della famiglia Casamonica - cognome che compare in diverse inchieste sulla criminalità organizzata a Roma - che ad agosto si sono trasformati in una specie di ostentazione di potenza in piazza.

Nel giugno scorso, Marino (eletto nel 2013) sembrava già sull‘orlo delle dimissioni, ma il varo di una nuova giunta, senza la presenza di Sel, aveva fatto pensare a un possibile rilancio dell‘amministrazione, alle prese con grossi problemi legati alla gestione dei rifiuti e dei trasporti pubblici in particolare.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below