8 ottobre 2015 / 16:22 / 2 anni fa

Riforme, emendamento lascia più competenze a Regioni

ROMA (Reuters) - Il Senato ha approvato oggi un emendamento alla riforma costituzionale, concordato col governo, che lascia qualche potere in più alle Regioni rispetto a quanto previsto in origine dal testo.

L‘emendamento, che è stato approvato con 165 voti a favore, prevede maggiore autinomia per le politiche sociali e il commercio con l‘estero.

L‘aula ha invece bocciato a scrutinio segreto un sub-emendamento della Lega Nord sulla tutela delle minoranze linguistiche.

Nel corso della seduta, il Pd si è diviso su un ordine del giorno presentato dal senatore democratico Raffaele Petrucci (accolto dal governo con una riformulazione) che invita l‘esecutivo a considerare la possibilità di ridurre il numero delle Regioni, anche attraverso un‘ulteriore riforma della Costituzione.

Il voto finale sul ddl Boschi è fissato per martedì 13 ottobre.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below