8 ottobre 2015 / 14:45 / 2 anni fa

Calcio, comitato etico Fifa sospende Blatter e Platini

Un cameraman riprende davanti all'ingresso del quartier generale della Fifa, a Zurigo. REUTERS/Arnd Wiegmann

ZURIGO (Reuters) - Sepp Blatter e Michel Platini sono stati sospesi dal comitato etico della Fifa, in seguito all‘approfondirsi dello scandalo sulle presunte tangenti che ha decapitato i vertici del massimo organismo del calcio mondiale, finiti nel mirino delle autorità giudiziarie di Stati Uniti e Svizzera.

Blatter, alla guida della Fifa dal 1998, avrebbe dovuto comunque dimettersi a febbraio e Platini, presidente dell‘Uefa, braccio europeo della Fifa, era il candidato principale alla sua successione.

Le sue chances di vittoria si fanno ora molto più risicate, dopo la sospensione di almeno 90 giorni imposta dal comitato.

“Durante questo periodo, i suddetti individui sono sospesi da tutte le attività legate al calcio, sia livello nazionale, che internazionale”, recita il comunicato del comitato etico.

“Joseph Blatter - ha aggiunto la Fifa in una nota - per tutta la durata della sospensione, non potrà rappresentare in alcun modo la Fifa, agire per conto dell‘organizzazione, o comunicare con i media o con qualsiasi altro soggetto in qualità di rappresentante Fifa”.

Nonostante Blatter e Platini abbiano negato ogni illecito, entrambi sono stati gradualmente trascinati nello scandalo che sta attraversando lo sport più popolare al mondo, iniziato lo scorso maggio con una serie di perquisizioni all‘alba e arresti in un hotel di lusso in Svizzera.

Alla presidenza della Fifa subentra temporaneamente il camerunense Issa Hayatou, capo della confederazione del calcio africano (Caf), che nel 2011 aveva avuto un richiamo dalla commissione etica del Comitato olimpico (Cio) dopo aver ammesso di aver ricevuto dei pagamenti nel 1995 da International Sport and Leisure, ex società di marketing della Fifa.

Tale azione, secondo il comitato olimpico, era sintomo di un conflitto di interessi, ma Hayatou aveva negato qualsiasi illecito o guadagno personale.

L‘attuale presidente del Cio Thomas Bach ha invitato la Fifa a prendere in considerazione un candidato esterno per la successione di Blatter, accelerando il processo di riforma.

“Quando è troppo è troppo. Speriamo che ora, finalmente, alla Fifa abbia capito che non è possibile restare inerti”, ha dichiarato Bach.

“Devono agire velocemente per recuperare credibilità, perchè non si può per sempre dissociare la credibilità della Fifa da quella del calcio”, ha aggiunto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below