28 settembre 2015 / 11:15 / tra 2 anni

Diritti Serie A, indagine procura Milano, ipotesi ostacolo a vigilanza

MILANO (Reuters) - La Procura di Milano sta portando avanti un‘inchiesta sulla spartizione dei diritti Tv della Serie A di calcio, con l‘ipotesi di ostacolo alla vigilanza, sulla scia dell‘istruttoria avviata dall‘Antitrust lo scorso maggio.

Lo riferiscono due fonti a diretta conoscenza del dossier. A occuparsi delle indagini è il dipartimento per i reati contro la pubblica amministrazione.

A maggio l‘autorità per la tutela della concorrenza ha aperto un‘istruttoria nei confronti di Sky Italia, Rti-Mediaset, Infront Italy e della Lega Serie A per “verificare se siano intervenuti ‘accordi spartitori’ fra Sky e Mediaset”. In quell‘occasione tutte le società coinvolte si erano dichiarate tranquille e avevano ribadito la correttezza dei propri comportamenti.

La gara per la trasmissione della principale competizione di calcio italiana per il triennio 2015-2018, gestita per la Lega dall‘advisor Infront, si è svolta nel giugno del 2014 e ha portato di fatto a un‘assegnazione dei diritti sostanzialmente diversa dall‘esito ufficiale dell‘asta.

L‘Antitrust ha indicato per il 30 aprile 2016 il termine ultimo per chiudere il procedimento e ha già avviato le audizioni delle parti. Secondo una fonte vicina alla vicenda nei prossimi giorni dovrebbe tenersi quella di Infront.

(Emilio Parodi, Elvira Pollina)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below